Sport

31a Trecastagnistar nel segno degli atleti siciliani

ALESSIO TERRASI VINCE FRA GLI UOMINI,

 BARBARA BENNICI FRA LE DONNE

 

LEONE, PAGLIARA E BARBAGALLO:“IL PROSSIMO ANNO TRECASTAGNI POTREBBE OSPITARE UN EVENTO INTERNAZIONALE”

 

 

 Riceviamo e pubblichiamo integralmente

Alessio Terrasi (Fiamma Rossa Palermo) ha vinto la 31a edizione della Trecastagni. L’atleta ha bloccato il cronometro sul tempo di 31’ e 54”.  Al secondo posto Hamad Bibi (Universitas Pa) in 32’02”. I primi due hanno corso insieme fino al quarto passaggio, poi all’ultimo giro Terrasi ha staccato l’avversario. Al terzo posto, si è classificato Lorenzo Perrone (Universitas Pa) che ha chiuso in 33’23”.

Fra le donne, Barbara Bennici (Fiamma Rossa Palermo) si è imposta col tempo di 38’46”. Al secondo posto Lorenza Chiara Immesi (Sport Nuovi Eventi) in 40’56”. Sul terzo gradino del podio, Maria La Barbera (Marathon Altofonte) che ha fermato il cronometro sul tempo di 41’16”.

 

TRECASTAGNI STAR – ordine di arrivo UOMINI

1° Alessio Terrasi (Fiamma Rossa Palermo) 31’54”

2° Hamad Bibi (Universitas Pa) 32’02”

3° Lorenzo Perrone (Universitas Pa) 33’23”

 

TRECASTAGNI STAR – ordine di arrivo DONNE

1a Barbara Bennici (Fiamma Rossa Palermo) 38’46”

2a Lorenza Chiara Immesi (Sport Nuovi Eventi) 40’56”

3a Maria La Barbera (Marathon Altofonte) 41’16”

 

Come sempre è stata una giornata di festa, in tutti i sensi. Più di 500 atleti al via e tutti contemporaneamente. La pioggia (debole) nella mattinata è caduta solo per pochi minuti non influenzando per nulla la gara. In più si sono gettate le basi per un evento internazionale (l’ipotesi è il campionato europeo Master) nel 2017.

Le dichiarazioni di organizzatori e personalità

Pippo Leone, organizzatore: “E’ stata una manifestazione all’insegna della Sicilia. Tutti siciliani gli atleti in gara. Sono arrivate, come ogni anno, richieste anche da altre regioni e da altri Paesi, ma sono state gentilmente rifiutate. L’organizzazione infatti ha voluto fermamente iscrivere due siciliani nell’albo d’oro. La notizia che vogliamo dare oggi è la possibilità che l’anno prossimo Trecastagni possa organizzare una manifestazione di livello internazionale. Abbiamo un percorso omologato Iaaf e non vogliamo farci sfuggire l’occasione”.

Fra gli ospiti d’onore della manifestazione, il segretario generale della Fidal Fabio Pagliara, delegato a rappresentare il presidente nazionale Alfio Giomi.

Fabio Pagliara: “Trecastagni è sempre protagonista nei programmi della Fidal. Dopo il successo dei campionati nazionali, oggi ho parlato sia con Pippo Leone che col sindaco Giovanni Barbagallo e vogliamo gettare le basi per una candidatura per eventi importanti a livello internazionale nel 2017”.

Giovanni Barbagallo, sindaco di Trecastagni: “Lo sport ha una grande importanza sociale. Oggi a Trecastagni si sono riuniti corridori e appassionati. Tutta gente che ama lo sport. Noi, come amministrazione, facciamo il nostro dovere, ma il merito primario è dell’organizzatore. Possiamo puntare a vetrine internazionali”.

Martina Leone, direttore generale: “Abbiamo lavorato nel solco di Treck e dei Campionati nazionali. Ormai questo evento fa parte della storia dell’atletica e ha un background organizzativo di grande livello. Il rapporto con l’Unicef? La Trecastagni Star è stata sempre attenta ai bambini, ricordo le attività nelle scuole o la “mille al via”. Lo sport ha un valore sempre crescente per ogni iniziativa di solidarietà”.

Davide Bandieramonte, presidente provinciale Fidal: “Vedere alla partenza più di 500 atleti è stato un gran colpo d’occhio e un bel risultato. Un plauso all’amore di questa gente. Gare come la Trecastagni Star rappresentano un bel modo per concludere il quadriennio alla guida della Fidal provinciale. Quest’anno, abbiamo organizzato tre gare nel catanese che rientrano nel grand prix regionale. E anche questo è un bel traguardo”.

La gara, raccontata per i presenti dallo speaker Giuseppe Marcellino, ha visto la presenza dei consiglieri  regionali Fidal Ignazio Gagliardi, Pino Giordano e Giancarlo La Greca.

 

PROVA DEL GRAND PRIX REGIONALE. La 31a Trecastagni Star è stata valida come quinta tappa del 22° Grand Prix regionale di Corsa, categorie Senior e Master M/F.

All’arrivo, i concorrenti hanno ricevuto un ricco pacco gara. All’interno, acqua Fontalba (l’acqua ufficiale della manifestazione), integratori, sali, frutta, merendine, pistacchio di Bronte Bacco, parmigiano e gadget vari offerti da aziende vicine all’evento.

PREMIO IN MEMORIA DI ALFIO TOSTO. Nel 1986, quando nacque la Trecastagni Star, uno dei grandi fautori dell’evento fu Alfio Tosto. Una persona che è nel cuore dei cittadini di Trecastagni e che si è sempre spesa per la manifestazione. Quest’anno ricorre il decennale dalla sua scomparsa e il comitato organizzatore ha deciso di intitolare ad Alfio Tosto un premio che è stato assegnato a Sebastiano Cantarella, il concorrente più anziano che ha tagliato il traguardo.

PERCORSO OMOLOGATO IAAF. I podisti in gara si sono cimentati sulle strade che hanno visto assegnare i titoli nazionali lo scorso settembre.

Il percorso della Trecastagni Star che ha ospitato i Campionati Italiani Assoluti e Giovanili di corsa su strada (10 km), dal 13 marzo del 2015, tramite il certificato ufficiale di misurazione, è stato omologato dalla Iaaf, l’organismo internazionale dell’atletica leggera. L’omologazione sarà valida ancora per quasi 4 anni, fino al termine del 2019.

Percorso (2 km) 5 giri in totale: (PARTENZA) Piazza Aldo Moro, Corso Italia, Piazza Marconi, Via Umberto, Via Luigi Sturzo, Corso Sicilia, Piazza S.Alfio, Via Madonna Del Riposo, Corso Italia, Piazza Aldo Moro (ARRIVO).

GIORNATA DELL’ORCHIDEA PER L’UNICEF – Anche in occasione della Trecastagni Star, è stato possibile aiutare i bambini in pericolo attraverso le orchidee dell’Unicef. Il rapporto privilegiato fra Sicilpool e Unicef (presente come sempre alla manifestazione il presidente provinciale Vincenzo Lorefice), proseguirà ancora per tre anni, in seguito alla convenzione firmata poco più di un anno fa a San Pietro Clarenza.

PASTA PARTY – Il programma della Trecastagni Star non si è esaurito con le gare. Dopo la premiazione, da mezzogiorno, è scattato il pasta party.

Primi di categoria (premiati – esclusi i primi tre delle classifiche generali.)

JM – Gianluca Bruno (Atletica Misterbianco) 35’32”

PM – Giuseppe Mangione (Master Caltanissetta) 41’58”

SF – Roberta Avallone (Atletica Sant’Anastasia) 44’35”

SF 35 – Rosaria Patti (Trinacria Palermo) 42’13”

SF 40 – Lucia Signorello (Fortitudo Catania) 41’31”

SF 45 – Elena Terracciano (Archimede) 41’56”

SF 50 – Maria Giangreco (Marathon Altofonte) 44’19”

SF 55 – Elena Plantera (Atletica leggera Catania) 47’41”

SF 60 – Elena Sciuto (Ortigia Marcia) 53’21”

SF 65 – Rosaria Lanza (Atletica Lentini) 59’38”

SM – Lucio Cimò (Universitas Pa) 34’16”

SM 35 – Giovanni Cavallo (Podistica Messina) 33’41”

SM 40 – Alfio Scalisi (Podistica Messina) 35’16”

SM 45 – Antonio Sorrentino (Good Race Teem) 35’24”

SM 50 – Attilio Alessandro (Atletica Sicilia) 35’58”

SM 55 – Giuseppe Farinato (Atletica Sicilia) 37’50”

SM 60 – Giovanni Tavano (Marathon Taormina) 40’38”

SM 65 – Francesco Catalfamo (Amatori Duilia) 45’56”

SM 70 – Natale Caracciolo (Freecycles Crew) 50’33”

SM 75 – Antonino Micali (Stilelibero) 53’08”

SM 80 – Sebastiano Caldarella (Athletic Avola) 58’53”

In alto