Politica

7 marzo, giornata nazionale beni comuni

La proposta all’assemblea “I Beni Comuni negati”

Il prossimo 7 marzo, si svolgerà a Roma l’assemblea aperta “I Beni Comuni negati” (della quale si allega locandina; evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1412665282246557/), la prima del
2020, con il coinvolgimento delle realtà territoriali che si occupano concretamente di tutela e gestione di Beni Comuni. Da essa prenderà avvio la nuova campagna di adesioni : “Costruiamo il Futuro”(in allegato l’immagine), campagna che promuove il coinvolgimento della cittadinanza, di enti ed organizzazioni a supporto delle attività del Comitato, e della costruzione di una rete permanente ad azionariato diffuso.
Nel corso dell’Assemblea il Comitato lancerà la proposta di istituire il 7 marzo quale data della Giornata Nazionale dei Beni Comuni.
Molte le organizzazioni che aderiscono all’assemblea e parteciperanno ai lavori, tra le quali figurano Slow Food, Casa Internazionale delle Donne, Libera, Arci, Coordinamento nazionale Mare Libero, Altreconomia, International University College di Torino, Altragricoltura, e la Presidenza
della V Commissione cultura spettacolo sport e turismo della Regione Lazio.
Saranno presenti anche esponenti nazionali e territoriali dei movimenti politici, dei partiti e dei sindacati che hanno promosso e sottoscritto la legge di iniziativa popolare sui beni comuni.
Il dibattito è aperto a interventi dal pubblico previa registrazione inviando mail a: (benicomunisovrani@gmail.com).
Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1412665282246557/

In alto