Politica

A Catania giunta municipale straordinaria con gli assessori regionali Pistorio e Barbagallo

Il sindaco Bianco: “In questi mesi abbiamo lavorato seriamente e con efficacia per la città con gli assessori Barbagallo e Pistorio, esponenti catanesi della giunta regionale. Oggi, con questa Giunta straordinaria, abbiamo rafforzato la condivisione tra gli assessori regionale e quelli comunali ed abbiano analizzato sia progetti ai quali abbiamo già cominciato a lavorare sia altri che intendiamo portare avanti“. Gli argomenti affrontati hanno riguardano alcune importanti questioni su Catania come la rete del trasporto metropolitano, la situazione dell’Amt, il rilancio del turismo attraverso un’offerta culturale ancora più ampia, i progetti per lo sport.

“Già in questi mesi abbiamo lavorato seriamente per Catania con gli assessori regionali Barbagallo e Pistorio e oggi, in questa Giunta straordinaria, abbiamo analizzato sia progetti ai quali abbiamo già cominciato a lavorare, e abbiamo sciolto alcuni nodi, sia altri che intendiamo portare avanti”. Così il sindaco di Catania, Enzo Bianco, commentando la riunione straordinaria di Giunta municipale che si è tenuta questa mattina a Palazzo degli Elefanti alla presenza dell’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Pistorio e di quello al Turismo Anthony Barbagallo. Presenti gli assessori Luigi Bosco, Marco Consoli, Rosario D’Agata, Salvo Di Salvo, Giuseppe Girlando, Orazio Licandro e Valentina Scialfa; presenti anche il presidente dell’Azienda Municipale Trasporti Carlo Lungaro e il consulente del sindaco per le questioni istituzionali Francesco Marano.
Gli argomenti affrontati hanno riguardato alcune importanti questioni su Catania come, solo per citare i principali, la rete del trasporto metropolitano, la situazione dell’Amt, il rilancio del turismo attraverso un’offerta culturale ancora più ampia, i progetti per lo sport. Il sindaco Bianco, dopo avere ringraziato i due assessore regionali per l’interessamento e l’impegno, ha dichiarato: “In questi mesi abbiamo lavorato seriamente e con efficacia per la città con gli assessori Barbagallo e Pistorio, esponenti catanesi della giunta regionale. Oggi, con questa Giunta straordinaria, abbiamo rafforzato la condivisione tra gli assessori regionale e quelli comunali ed abbiano analizzato sia progetti ai quali abbiamo già cominciato a lavorare sia altri che intendiamo portare avanti. Progetti che riguardano, per esempio, l’Amt, con l’idea di costituire una rete per il trasporto metropolitano, riguardano il Porto, l’Aeroporto della città per quel che riguarda la seconda pista necessaria per le rotte intercontinentali , riguardano infrastrutture decisive per cui, grazie all’assessore Pistorio, stiamo trovando ingenti risorse che faranno di Catania la piattaforma logistica meglio attrezzata della Sicilia e una delle più importanti dell’Italia meridionale. Con l’assessore Barbagallo abbiamo lanciato progetti di fondamentale importanza per il nostro turismo come la rivalutazione del Teatro Antico di Catania con una serie di spettacoli anche lirici, abbiamo parlato del recupero di due importanti impianti sportivi e dell’aiuto che ci viene dato dalla Regione sul Massimo Bellini e sullo Stabile. Anche della sicurezza antisismica degli edifici scolastici e sportivi. Abbiamo discusso poi della prospettiva di un grande lancio turistico, a partire dalla politica delle crociere, di questa Catania che, basta andare in giro per il centro storico per vederlo con i propri occhi, è piena di turisti stranieri. Catania è una bella città che merita di essere valorizzata”.
“Catania è la sede logistica, trasportistica ed economica più rilevante della Sicilia – ha precisato l’assessore Pistorio -, ed è anche la connessione con il sistema del Sud Est, che è quello con il potenziale di sviluppo più ampio. Per rilanciare la ripresa è però importante far ripartire le infrastrutture, anche se i tempi di realizzazione in genere sono medio-lunghi e, questa è la cosa un po’ frustrante, possono passare anni dall’idea, alla programmazione, al finanziamento e appunto alla realizzazione, ma l’importante è cominciare. Noi siamo in fase di inizio di programmazione 2014-2020, abbiamo ovviamente una base progettuale importante, alcune opere sono già finanziate, per esempio il patto per il Sud, altre in progettazione, mentre quelle in fase di chiusura, come Ragusa, sul piano procedimentale saranno avviate alla realizzazione. Le scommesse più grandi però, come ha detto il Sindaco, riguardano l’aeroporto, che noi vogliamo rendere forte e competitivo, con una pista lunga per recepire il traffico anche intercontinentale. Ovviamente è necessaria la sinergia con le Ferrovie, che si sta già attuando: mercoledì scorso abbiamo infatti avuto in assessorato la conferenza dei servizi per la nuova stazione all’aeroporto di Fontanarossa, sulla linea Messina-Catania-Siracusa, un progetto da quindici milioni di euro già finanziato che consentirà di arrivare in aeroporto in treno da Messina e da Siracusa. Ovviamente la scommessa sulla pista vale 235 milioni di euro, ed è di grandissimo impatto. Altrettanto importante è il completamento del sistema metropolitano di Catania con la Circumentnea, col finanziamento sia della rete Stesicoro-Aeroporto che dell’avanzamento della linea da Misterbianco sino a Paternò. C’è quindi una grande ricchezza di iniziative, grandi risorse, lavoriamo tutti insieme per lo sviluppo del nostro territorio”.
“Catania ha ricevuto il finanziamento più alto per gli impianti sportivi nell’ambito del Patto per il Sud – ha dichiarato l’assessore Barbagallo -: quasi 4 milioni e mezzo di euro concentrati sul campo di hockey Dusmet e sulla piscina di Nesima. Due interventi esecutivi, con le carte in regole, e quindi abbiamo accompagnato questo processo con un finanziamento importante. L’assessorato sta rafforzando tutti i comparti turistici; in particolare quello culturale con gli Itinerari dei Castelli , quello delle Ferrovie turistische, quello legato ale celebrazioni a partire dallla Festa di Sant’Agata e la Strada degli scrittori, quest’ultima legata alle figure di Verga, Capuana e De Roberto. Tutte iniziative che riguarderanno in particolare Catania. Attorno al cinema possiamo creare un importante modello di sviluppo. E’ giunto il momento momento di organizzare un grande festival a Catania, nel Cortile Platamone, ci sono tutte le condizioni”.

In alto