Archivio

A Librino mamme e bambini in cucina con Globesity

Sarà presentato lunedì 26 ottobre, all’IO “Pestalozzi”, il progetto Globesity. Mamme in cucina. Mangiare con gusto e muoversi in salute, rivolto a 60 donne, con figli in età compresa tra i 3 e gli 8 anni, residenti nel quartiere Librino.che la Fei (Fondazione Italiana per l’Educazione Alimentare), l’Assessorato Regionale alla Sanità, l’Asp Catania e il Cefpas presentano nel corso di un Convegno che si svolgerà lunedì 26 ottobre, alle ore 9.30, presso l’Istituto Omnicomprensivo “Pestalozzi” (Librino, Viale Nitta, 11).

L’appuntamento è promosso in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale, le Scuole del quartiere di Librino, il Csi (Centro Sportivo Italiano), l’ASPIC (Associazione Italiana Counseling e Cultura), i Lions Faro Biscari, l’associazione Talità Kum, il Globus magazine e la Janssen.

«Il progetto – spiega la dr.ssa Elena Alonzo, direttore del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione dell’Asp Catania – rappresenta un percorso formativo teorico-pratico di promozione di stili di vita salutari (alimentazione e movimento) che coinvolge giovani mamme, con figli in età compresa tra i 3 e gli 8 anni, residenti a Catania nel quartiere di Librino. Il percorso, finalizzato ad indurre durevoli modifiche salutari dello stile di vita delle donne e dei loro nuclei familiari, prevede il coinvolgimento di differenti attori, istituzionali e non, con la creazione di una rete operativa multi professionale».

I lavori saranno introdotti da Francesco Leonardi, vice presidente Fei. A seguire i saluti delle autorità presenti. Prevista la partecipazione di Ignazio Tozzo (dirigente generale Dasoe), Salvatore Requirez (dirigente Servizio 2 Dasoe), Giuseppe Giammanco (direttore generale Asp Catania), Enzo Bianco (sindaco di Catania), Angelo Lomaglio (direttore Cefpas), Emilio Grasso (provveditore Usp Catania), Emanuele Rapisarda (dirigente scolastico I.O. “Pestalozzi”).

I lavori proseguiranno secondo il programma allegato.

Il progetto avrà la durata di 15 mesi. Previste diverse azioni: dalla costituzione di un tavolo tecnico che crei e sviluppi la rete operativa, coordini e monitori l’intera progettualità, a garanzia del raggiungimento degli obiettivi prefissati; alla realizzazione di un complesso intervento formativo rivolto a 60 donne, con figli in età compresa tra i 3 e gli 8 anni, residenti nel quartiere Librino.

Saranno realizzati quattro percorsi formativi pratico-esperienziali, ognuno della durata di 30 ore, strutturati in 10 incontri, da 3 ore cadauno.

Sulla base delle specifiche esigenze ad una quota parte delle mamme coinvolte, verrà offerta la possibilità di integrare il corso pratico-esperienziale con un percorso motivazionale breve al cambiamento, che prevede 8 incontri per piccoli gruppi.

Inoltre, ove necessario, una decina di donne potranno usufruire di un massimo di 8 incontri di counseling individuale.

Grande attenzione sarà rivolta alla promozione dell’attività fisica per i nuclei familiari coinvolti nel progetto, attraverso: l’individuazione di strutture e soggetti che, a differente titolo, possano aderire all’iniziativa per incrementare l’attività motoria; la collaborazione di associazioni sportive di volontariato.

librino

In alto