Cronaca

Abusivismo commerciale, nuova operazione della Polizia Municipale

Continua senza pausa l’attività di contrasto all’abusivismo e alla contraffazione condotta dal Reparto Annona commerciale dei Vigili Urbani di Catania, voluta dal sindaco Enzo Bianco. In via Sei aprile due pattuglie annonarie commerciali e un furgone hanno verbalizzato due venditori abusivi di ortofrutta per un importo di circa 6.000 euro e la merce, circa sei quintali, è stata sequestrata e data in beneficenza.
Nella zona della Fiera, in piazza Grenoble  sono stati sequestrati ad un abusivo, che per non essere identificato si e dato a precipitosa fuga, 240 cd e dvd. In un altro intervento di contrasto alla contraffazione nella medesima piazza Grenoble, dove maggiormente viene effettuata la vendita di prodotti contraffatti in particolare scarpe, due pattuglie annonarie sono intervenute ed hanno sequestrato 27 paia scarpe di varie marche ed altra merce pari a oltre 6.000 pezzi: orecchini, anelli e piercing. I venditori abusivi si sono dileguati alla vista degli agenti e quindi è stata redatta informativa di reato contro ignoti.
Sempre nell’ambito dei controlli nel mercato di piazza Carlo Alberto, tre pattuglie annonarie e un furgone, diretti dal responsabile del reparto annona commerciale, hanno effettuato altrettanti interventi relativamente a due posti di vendita, liberati e da assegnare tramite bando a cura della Direzione “Attività produttive”, che erano stati occupati da abusivi che alla vista dei Vigili Urbani si sono dati alla fuga per non essere verbalizzati e abbandonando la merce che è stata sequestrata.
In piazza Duomo e stata sequestrata la merce, circa 500 pezzi di chincaglieria, ad un venditore ambulante abusivo, probabilmente extracomunitario, che si è dato alla fuga. L’intervento è avvenuto in esecuzione di un provvedimento sindacale che impedisce non solo la vendita di qualsiasi prodotto alimentare lungo via Etnea e le piazze che attraversa, Duomo, Università e Stesicoro, ma anche nelle vie laterali ed anche qualsiasi altra vendita di prodotti dell’ingegno ad opera di artisti di strada.
In serata, infine, tre noti esercizi di somministrazione di alimenti e bevande nel centro storico sono stati verbalizzati per mancata concessione di suolo pubblico. 

In alto