Ultimora

Aci Catena: inaugurate le quattro Case dell’acqua

La prima è stata quella di piazzetta Cubisia, dove giovedì pomeriggio alla presenza dei cittadini il sindaco Ascenzio Maesano e il direttore delegato di Telereading Giuseppe Mammana, hanno inaugurato l’impianto.
A tagliare il nastro della Casa dell’acqua l’assessora al Pubblica Istruzione Rossella Strano, che ha poi inserito la card apposita nell’erogatore per riempire le caraffe d’acqua refrigerata naturale e  gasata, poi offerte ai presenti.
Dopo l’inaugurazione della prima struttura, il gruppo si è spostato nel parcheggio davanti la Villa comunale, dove il sindaco Maesano ha invitato Bartolo Tagliavia, del Movimento Cinque stelle, a tagliare il nastro del il 2° impianto, in rappresentanza dei cittadini. Anche in questo caso poi è stata offerta l’acqua appena spillata dall’erogatore.
Il giorno dopo, venerdì pomeriggio, è stata la volta degli impianti di San Nicolò, dove il nastro è stato tagliato da Melina Sgarlata, componente di Alba Nuova, e di Aci San Filippo alla presenza, fra gli altri, del consigliere Francesco Grasso. Queste due Case dell’acqua si trovano rispettivamente in via Santi Bonaccorsi e in via Leonardo Sciascia.
Ciascun impianto può arrivare ad erogare fino a 600.000 litri di acqua l’anno ed è stato dotato di  scivola d’acceso per i disabili, davanti alla quale sono stati posti dei dissuasori di sosta, in modo da consentire a tutti l’accesso autonomo alla casa dell’acqua.
Tutte gli impianti saranno operativi dalle dalle 4 alle 2, quindi praticamente H24 e nell’orario di chiusura, scelto nelle ore notturne per limitare al minimo i disagi, avverrà la sanitizzazione automatica.
Il servizio sarà erogato mediante una card attraverso cui il cittadino potrà usufruire gratuitamente di 14 litri di acqua naturale refrigerata alla settimana. Oltrepassata questa soglia l’acqua naturale verrà erogata a 4 centesimi a litro, mentre quella gasata refrigerata, avrà comunque un costo di 6 centesimi al litro.
L’attivazione della card sarà possibile  per tutti i cittadini residenti nel comune di Aci Catena o se non residenti, se utenti dell’acquedotto comunale.

In alto