Cronaca

Acireale, tentato omicidio in un centro di accoglienza per minori

Acireale. Una violenta lite, scaturita per futili motivi, sarebbe alla base del tentato omicidio avvenuto ad Acireale la sera del 14 agosto presso ad una comunità. Protagonista un un minore nigeriano, E. K. classe ’98, che ha afferrato un giovane egiziano (classe ’99) sporgendolo dalla ringhiera dell’appartamento, sito al quarto piano dell’edificio, con lo scopo di farlo precipitare giù. Ad evitare il peggio è stato l’intervento dei presenti che hanno bloccato l’azione del nigeriano.

Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia, allertata da un’operatrice del centro. Nell’occasione, a seguito di perquisizione personale, a  E. K. veniva sequestrata una modica quantità di marijuana. L’arrestato annovera numerosi pregiudizi penali per lesioni e si era reso responsabile di condotte violente quando era ospite di altre comunità.

Dell’avvenuto arresto veniva notiziato il magistrato di turno presso il Tribunale dei Minorenni di Catania, il quale ne disponeva la traduzione presso il Centro di Prima Accoglienza di via Franchetti a Catania.

In alto