Sport

Adrano Basket- Giarre 59-71

Seconda sconfitta interna per l’Adrano Basket al cospetto di una delle squadre che difende meglio in C Silver, il vantaggio sulla zona play-out si assottiglia a due vittorie.

Inizio di nuovo anno alla tensostruttura  per cercar di dimenticare il demenziale atto di vandalismo che ha colpito la società di punta dello sport adranita.

I giocatori di casa onorano la maglia con la consueta generosità  per la prima metà di gara conclusa sul 36-27: preludio all’ennesima impresa da terribile neopromossa? purtroppo no! la coriacea difesa di Giarre alla lunga fa pesare oltremodo  le carenze di organico della squadra di coach Bonanno:  una rotazione di squadra con 7 elementi è  troppo poco per competere con la formazione jonica, la quale poco a poco stritola l’attacco avversario, divenendo altresì implacabile in attacco, con Casiraghi 22 pt. sopratutto, ben coadiuvato da Arcidiacono 12, Marzo 15 e l’ex Vitale 15, il quale se ha perso qualcosa in tenuta fisica rispetto al giocatore visto in C nazionale dieci anni fa, sopperisce con un migliore play-making.

All’iniziale 9-5 di Giarre firmato dalla premiata ditta Marzo, Casiraghi, Vitale, l’Adrano risponde con  4 punti jolly di Ricceri, nel traffico della difesa giarrese, così controbilanciando le difficoltà difensive a tenere Gabriele Vitale (2 falli commessi nei primi 6’). L’attacco di Giarre è più fluido potendo contare anche sui tiri dalla media del lungo Arcidiacono e su canestri da sotto ad alta percentuale. L’attacco di Adrano fatica a superare la difesa schierata, Pennisi- Alescio, 10 punti per il primo col 50% dal campo, 6 per Aronne, col 75 % da menzionare l’azione della stoppata su Motta trasformata in contropiede, concluso con un arresto e tiro. Il primo quarto si chiude 20-15 con Pennisi incontenibile in penetrazione a firmare gli ultimi 4 punti del quarto.

Il secondo quarto si apre con un canestro di Arcidiacono replicato da un bellissimo canestro di Mauro che spalle a canestro finta il tiro, palleggia e conclude da sotto le plance. Casiraghi è immarcabile con 8 punti nei primi 5 minuti del quarto. Mauro realizza altri due canestri, il secondo su assist facile  di Giuseppe Ricceri che ruba palla a Leonardi avviando il contropiede 2 contro 1. Vitale segna il sorpasso 27-26, segue un break di 10 a 0 Adrano, iniziato da Dario Bascetta e proseguito dall’ ”Ale-Show” 8 punti negli ultimi 2’ con 2 palle rubate convertite in due inchiodate a canestro a una mano. Delirio sugli spalti! 36-27 all’intervallo lungo.

L’inizio del terzo quarto segna l’iniziale massimo vantaggio Adranita 40-27, canestri di Pennisi e Alescio in penetrazione, Giarre comincia il recupero con un canestro da sotto più tiro libero aggiuntivo di Marzo.

Gli arbitri, Filesi e De Cillis, che prima avevano  fischiato poco e male, permettendo contatti al limite del lecito, adesso fischiano 11 falli in un quarto: tecnici a Marzo, Arcidiacono, Mauro Bascetta; falli semplici e sbagliati come il terzo di Ricceri su Vitale: è  quest’ultimo ad invadere col braccio il cono di difesa del difensore!. Il risultato è che Giarre con 9/11 ai liberi sfrutta implacabilmente il bonus, mentre Adrano nonostante il time-out a metà tempino, subisce la rimonta causa anche le 4 palle perse. Fine terzo tempo con Alescio  a siglare 4 punti e Fabrizio Amoroso a regalare a meno 2 secondi, un fallo in attacco convertito in due punti da Marzo in lunetta. 48-46 Adrano.

Nell’ultimo quarto Giarre fa sua la partita con una grande difesa, tre stoppate date  e 6 palle perse provocate che  tengono  l’ Adrano Basket fermo a quota 48 per i primi 5 minuti e 10’’, mentre l’ attacco  tira con un mostruoso 10/13 77%, parziale di 13-0 nel tempo considerato, e poi massimo vantaggio  sul 68-49, prima dell’ultima reazione locale negli ultimi 2’ finali a partita decisa, 10 punti (7 Alescio, 3 Damiano Russo) e gli ultimi liberi di Vitale che punisce i falli di frustrazione di Marco Pennisi.

26-11 l’ultimo parziale per il 71-59 finale per Giarre, sempre più proiettato in zona play- off.

“ALE-SHOW”

Ricceri-Vitale, duello tra “speedy gonzales”

In alto