Archivio

Affondo di Sel all’Amministrazione Bianco

Un vero e proprio documento dettagliato, quello proposto da Sinistra Ecologia e Libertà al Sindaco del capoluogo Etneo, Enzo Bianco. Sel, nello specifico, sceglie di proporre al primo cittadino gli intereventi da attuare in ambito edilizio ed ambientale. Pubblichiamo appresso il comunicato stampa inviato da Sel.

 “L’Amministrazione Bianco e la sua maggioranza in Consiglio Comunale procedono in maniera contraddittoria sulle scelte urbanistiche più importanti per il futuro sviluppo della città. Se, da un lato, ha revocato la concessione edilizia per l’area del Rotolo dall’altro ha: 1) approvato insieme al centro-destra, il PUA, con la previsione di circa un milione di metri cubi di nuova idificazione; 2) riavviato l’errata realizzazione di parcheggi in alcune piazze del centro storico;3) bloccato l’iter del piano regolatore generale ed intende procedere con una variante urbanistica al centro storico; 4) proposto una versione iniziale del nuovo Regolamento Edilizio che prevedeva un’eccessiva premialità di cubatura per gli interventi di adeguamento antisismico e di efficentamento energetico, l’assurda possibilità del trasferimento della capacità edificatoria da un lotto ad un altro e non imponeva con inequivocabile chiarezza l’impossibilità di effettuare interventi di demolizione e ricostruzione in Centro Storico come chiaramente indicato dal PRG Piccinato a cui il nuovo Regolamento Edilizio sarà applicato. Le discutibili proposte presenti nella versione iniziale del Regolamento Edilizio sono state corrette dalla Giunta Bianco che le ha eliminate dalla proposta definitiva che verrà discussa nei prossimi giorni in Consiglio Comunale. Sinistra Ecologia Libertà condivide queste correzioni al Regolamento Edilizio, esprimendo tuttavia forte preoccupazione sulla possibilità che, a causa delle forti pressioni esterne, ciò che oggi esce dalla porta possa rientrare dalla finestra. Più precisamente SEL esprime ferma contrarietà che

quanto eliminato dal Regolamento Edilizio (cioè eccessiva premialità, cessione di area edificatoria,demolizione e ricostruzione in Centro Storico) venga riproposto in fase di variante urbanistica alCentro Storico. SEL ritiene che l’Amministrazione Bianco debba abbandonare la linea sino ad oggi seguita sulle questioni urbanistica e:

1) Avviare una procedura di reale e forte condivisione delle scelte urbanistiche attraverso un’autentica partecipazione della città;

2) Pur avviando l’iter di definizione di un piano urbanistico di area metropolitana, i cui tempi di realizzazione ed attuazione appaiono incerti e non rapidi, procedere alla immediata discussione del PRG, abbandonando l’idea dell’ennesima variante che potrebbe contenere

nuovi aspetti di speculazione edilizia nel centro della città. Abbandonare l’idea dei parcheggi nelle piazze del centro storico, limitandosi alla realizzazione del parcheggio di Viale Raffaello Sanzio.

3) Respingere con decisione l’assurdo Piano regolatore del Porto che prevede oltre 1.500.000 mc di nuova edificazione.

4) Avviare un grande piano di messa in sicurezza degli edifici pubblici e privati (prevedendo una premialità equa e non speculativa).”

In alto