Cronaca

Alimenti adulterati, in cattivo stato di conservazione e frode. Denunciato il titolare di due locali

Catania. Nuova ondata di controlli straordinari a Catania nell’ambito dell’operazione “Trinacria”. Nella serata di ieri sono stati impegnati gli agenti del Commissariato Centrale, del Reparto Prevenzione Crimine della Sicilia orientale, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale: posti di controllo, pattugliamento degli itinerari turistici più importanti, operazioni antidroga e controlli presso i locali del centro storico.

In questi ultimi hanno operato gli agenti del Commissariato Centrale coadiuvati dal personale dell’ASP (degli uffici igiene pubblica e veterinario), dall’Ispettorato Centrale tutela qualità e repressione frodi del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali. Nella fattispecie è stato denunciato in stato di libertà P.A., classe 1982, titolare dei locali “Lollipop” e “La bodeguita del medio” di via Teatro Massimo, perché ritenuto responsabile dei reati di adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari, frode nell’esercizio del commercio, vendita di sostanze alimentari non genuine e detenzione per la vendita di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione.

Allo stesso, inoltre, sono state elevate sanzioni amministrative per 3500 Euro per occupazione oltre il consentito di suolo pubblico, per mancata comunicazione variazione dati e per le riscontrate pessime condizioni dei locali di esercizio. Il personale del servizio veterinario dell’ASP procedeva al sequestro di prodotti alimentari scaduti utilizzati per la preparazione degli alimenti destinati alla vendita. A cura del laboratorio frodi, veniva operata la campionatura di numerose sostanze liquide utilizzate per la preparazione delle bevande, sequestrate unitamente ai recipienti dal personale della Polizia di Stato procedente, al fine di accertarne la sofisticazione e la presenza di sostanze nocive per la salute pubblica.

In alto