Archivio

Amministrative 2015. A Tremestieri Etneo il candidato Di Stefano annuncia i suoi primi passi

Sebastiano Di Stefano #faccepulite

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

TREMESTIERI – «I cittadini devono diventare protagonisti del percorso di rilancio economico e culturale del territorio, grazie a una partecipazione dal basso che – oggi più che mai – deve caratterizzare la politica e la gestione della cosa pubblica». Per il candidato sindaco di Tremestieri Etneo Sebastiano Di Stefano (sostenuto dal PD e da diverse liste civiche), la comunità non rappresenta solo il pubblico a cui dare ascolto e a cui rivolgersi, ma soprattutto il punto di partenza per garantire una migliore qualità di vita. Prendendo spunto dall’esperienza dei più anziani, custodi di valori e ideali da tramandare, fino ai più giovani, portavoce di innovazione tecnologica e di idee creative.

Tanti i punti già sviluppati da Di Stefano e dal suo gruppo, che costituiranno un programma elettorale trasversale e rivolto soprattutto alle categorie “fragili”. In primis, gli anziani: «L’istituzione di un protocollo d’intesa tra il Comune e il mondo del volontariato per l’affidamento e la gestione (a titolo gratuito) del programma “Sos Anziani”– afferma Di Stefano – sarà la prima azione che porteremo a compimento con la nuova Amministrazione: un’iniziativa che garantirebbe supporto ai cittadini non autosufficienti, a coloro che vivono da soli e nella maggior parte dei casi con redditi minimi. Attraverso l’attivazione di un numero verde riusciremo a potenziare l’assistenza domiciliare e il trasporto degli anziani verso ospedali e uffici comunali, attraverso un taxi solidale».

Un programma sociale vasto e articolato, che si declinerà in molteplici forme: «Vogliamo ricostituire il Centro diurno del paese, dando vita cosi a un punto di aggregazione, dove attraverso laboratori creativi, legati in particolare al mondo artigianale, le nuove generazioni potrebbero dedicarsi a sane attività – continua Sebastiano Di Stefano – e istituire uno “Sportello Salute” per i cittadini, con l’obiettivo di ridurre i tempi d’attesa per le visite, grazie a un servizio di prenotazioni ambulatoriali del Servizio Sanitario Regionale; di presentare domande per i centri diurni e le strutture residenziali; ricevere informazioni in materia di prevenzione e tutela della salute». Dalle vecchie alle nuove generazione con un click: per i cittadini digitali un’App dedicata: “Il Comune in tasca”, uno sportello online che permetterà un accesso rapido ai servizi offerti dal Comune e soprattutto un dialogo immediato e diretto con l’Amministrazione. Puntare sul rapporto diretto con i cittadini e dare voce al mondo del sociale significa anche cercare di incrementare l’economia del paese, è questo, infatti  l’intento del progetto “Spendi in Comune”: «L’introduzione di una carta acquisti comunale che incentivi i cittadini a spendere in paese favorendo le attività degli esercenti locali. Questo – conclude Di Stefano – garantirebbe ai tremestieresi un abbattimento di costi e un risparmio reale».

Questi sono i “primi passi”, come li ha definiti Di Stefano all’interno della community “#faccepulite, lanciando l’iniziativa “I primi 100 passi”, azioni concrete e progetti tangibili che guideranno il territorio nella crescita.

Sebastiano Di Stefano #faccepulite

Le news dalla Città Metropolitana di Catania

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini inviare una email a [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto