Archivio

Arrestati cittadini stranieri con documenti falsi

A seguito della intensificazione dell’attività di prevenzione e di controllo del territorio disposta dal Questore di Catania, in relazione agli eventi criminosi verificatisi a Parigi lo scorso 13 novembre, personale dell’Ufficio Polizia di Frontiera, nel corso di specifici servizi finalizzati ad implementare la vigilanza ed i controlli documentali in area aeroportuale, ieri, 20 novembre 2015, ha proceduto all’arresto di due cittadini maliani per i reati previsti e puniti ai sensi dell’art. 497/bis (possesso e fabbricazione di atto falso) e art. 5 comma 8 bis del D.Lgs. 286/98 (uso di permesso di soggiorno falsificato). Nello specifico, nel corso della stessa mattinata, una pattuglia appiedata della locale Squadra Frontiera Aerea, nell’ambito dei servizi di controllo documentale a campione effettuati nei confronti di passeggeri presenti in zona arrivi “land side”, ha identificato due cittadini maliani, Keita Chiaka e Samake Beyake, in procinto di imbarcarsi per Malta, i quali esibivano, oltre i passaporti ordinari maliani in corso di validità, anche delle carte d’identità e dei permessi di soggiorno italiani che insospettivano immediatamente gli operatori di polizia. Gli immediati approfondimenti investigativi svolti tramite gli strumenti in dotazione a questo Ufficio, facevano emergere la falsità dei permessi di soggiorno. I due extracomunitari, messi alle strette dalle precise, continue ed incalzanti domande fatte dai poliziotti, ammettevano che quei documenti in effetti non erano i loro ma che li avevano comperati a Napoli, nei pressi di quella Stazione di Piazza Garibaldi, da sconosciuti. Dopo gli accertamenti di rito i due maliani sono stati tratti in arresto ed associati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, presso le “camere di sicurezza” della locale Questura in attesa del giudizio per “direttissima”. Analoghi servizi di vigilanza e controllo, effettuati nei giorni scorsi nell’ambito di queste attività di innalzamento del livello di sicurezza, hanno portato, altresì, all’arresto di un cittadino siriano, Khalil Alghazi, e di un cittadino albanese, Hasanaj Erol , entrambi responsabili del reato di possesso e fabbricazione di documenti falsi, in attesa di partire rispettivamente per Malta il primo e per Manchester il secondo.

 

 

 

In alto