Archivio

Arrestati due rapinatori a Catania. Nel curriculum colpi in esercizi commerciali e civili abitazioni

Catania. Non hanno dubbi gli agenti dalla Sezione “Contrasto al Crimine Diffuso” della Squadra Mobile di Catania: la rapina in una gioielleria del centro, avvenuta il 2 dicembre 2014, è opera di Longo Christian (classe 1995) e Castagna Orazio (classe 1993). I due, nella circostanza, entrarono nell’esercizio commerciale a volto scoperto e aggredirono il titolare ed una commessa, immobilizzandoli e scaraventandoli a terra. Dopo aver preso tutti i gioielli presenti sul tavolo e in cassaforte, utilizzarono la commessa come ostaggio per fuggire a bordo del loro scooter Aprilia Leonardo. Ad incastrarli sono state le telecamere del negozio.

Sono ancora le telecamere a incastrare il suddetto Longo in un’altro episodio criminale: il 4 aprile 2014, insieme a due complici non ancora identificati, il giovane ha preso di forza una signora che stava rientrando nella propria abitazione e con violenza la trascinavano letteralmente all’interno della casa, dove, veniva rapinata alla presenza di due nipoti minorenni. Una delle due nipoti, veniva afferrata per il collo da uno dei malviventi e rapinata anche lei della somma di 400 euro. Una telecamera presente nella stessa via ha ripreso la Toyota Corolla grigia con cui arrivarono i malviventi e le indagini hanno permesso di accertare che questa fosse in uso proprio a Longo.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

Castagna Orazio

Castagna Orazio

Longo Christian

Longo Christian

In alto