Archivio

Arrestato imprenditore belpassese per porto illegale di arma da fuoco e munizioni

Stanotte, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò (CT), hanno arrestato nella flagranza un 54enne, di Belpasso (CT), per porto illegale di arma da fuoco e munizioni, e denunciato il  figlio, un 28enne, per omessa custodia di armi.

I militari, coadiuvati dai colleghi del battaglione Sicilia, hanno fermato l’auto del criminale rivenendo e perquisendo una pistola semiautomatica marca Kel Tec modello p32 cal. 7,65, munita di serbatoio con 7 cartucce all’interno. L’arma è risultata in carico al figlio autorizzato alla sola detenzione. La perquisizione, estesa alle abitazioni di padre e figlio, hanno permesso agli operanti di accertare, in casa di quest’ultimo, la detenzione di numerose armi da caccia con relative munizioni, regolarmente denunciate ma custodite in modo assolutamente inadeguato. Al giovane è stato ritirato il porto d’armi  – uso caccia –  mentre le armi  sono state preventivamente sequestrate. Altra sorte per il genitore che, come disposto dal pubblico ministero di turno,  è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

Dario Milazzo

In alto