Archivio

ATTENZIONE, mercoledi 9 settembre allerta “rosso” in tutta la Sicilia

allerta meteo 9 settembreIl Dipartimento Regionale di Protezione Civile ha diramato, questo pomeriggio, il bollettino idrogeologico per la serata di oggi e per la giornata di domani. Come più volte annunciato, già dalla serata di oggi si prevede un peggioramento delle condizioni meteorologiche (i primi temporali sono già iniziati, seppur con rovesci isolati), con forti rovesci nella giornata di domani, dove in tutta l’isola sono previste piogge che potrebbero superare i 100 mm. A preoccupare maggiormente è il rischio idrogeologico, si invita pertanto la cittadinanza a non uscire se non strettamente necessario e non transitare in strade soggette ad allagamenti o frane o sotto i ponti.

Allarme “rosso” dunque, con precipitazioni che potranno essere sia isolate che diffuse, ma in ogni caso a carattere temporalesco e con cumuli elevati. Le zone più colpite saranno, probabilmente, quelle costiere e a Catania si teme per l’accumulo delle acque piovane provenienti dai paesi pedemontani. A tal proposito sono giunte le note di alcuni comuni catanesi:

Catania. Sono già stati attivati i presidi operativi e, a partire dalla mezzanotte di oggi, entrerà in funzione il Centro operativo comunale (Coc) che, secondo quanto prevede il Piano di emergenza della città di Catania, coordinerà tutte le operazioni di Protezione civile.
A partire dalla mezzanotte e per tutta la giornata di mercoledì 9settembre i cittadini catanesi sono dunque invitati alla massima prudenza, a uscire di casa il meno possibile, a non sostare nei piani al di sotto della sede stradale e a utilizzare solo in caso di estrema necessità i mezzi privati e di conseguenza a preferire quelli pubblici, .
Per ogni segnalazione si potrà chiamare il numero 095/484000, che corrisponde al Centro segnalazione emergenze, attivo 24 ore su 24, oppure ai numeri 095/7101148-49-50-55. Si potranno inviare anche email all’indirizzo protezionecivile@comune.catania.it.

Aci Castello. A seguito della fase di allerta meteo “allarme” avente livello di criticità “rosso”, dovuto ad avverse condizioni meteoriche previste per il giorno 9 Settembre 2015, dalle ore 00.00 alle ore 24.00, si invita la cittadinanza ad adottare le opportune cautele ed in particolare a:

– non uscire di casa se non in caso di estrema necessità, prestando la massima attenzione nell’utilizzare i veicoli sulla viabilità cittadina;
– non sostare in prossimità di ponticelli ed in concomitanza con l’attraversamento di torrenti;
– evitare di transitare nelle vie Vampolieri, Livorno, Dusmet, Scalazza, Litteri, Manzella, Vigo, Oliva San Mauro, Timparosa, Empedocle;
– non stazionare in prossimità di alberi di medio – alto fusto;
– non stazionare sui moli e nei Lungomari;
– proteggere adeguatamente i piani interrati e seminterrati e comunque tutte le proprietà sotto il livello delle adiacenti strade.

L’ufficio comunale di Protezione Civile ha altresì attivato il Presidio territorialeal quale ci si può rivolgere contattando il numero telefonico 320 4339686.

Paternò. Nella giornata di domani le scuole del territorio di Paternò – Impianti sportivi e Parchi Urbani saranno chiusi a scopo precauzionale a causa dell’allerta meteo, con codice rosso, diffusa dalla Protezione civile. Lo ha deciso il sindaco di Paternò Mauro Mangano dopo una consultazione con gli esperti della Protezione civile.
Nell’ordinanza si dispone anche il divieto di circolazione dei mezzi a due ruote, che non potranno dunque circolare fino alle 24 di domani.
L’Ufficio della Protezione Civile del Comune di Paternò ha rivolto un invito alla popolazione a rimanere in casa e a non uscire se non in caso di assoluta necessità in particolare stasera e domani intera giornata, quando sono previsti rovesci di forte intensità. L’Ufficio ha inoltre diffuso un numero di telefono, lo 095/7970322, per segnalare eventuali emergenze.

I comuni di Adrano, Biancavilla e Mascalucia hanno disposto la chiusura delle scuole cittadine.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

 

In alto