Archivio

Auto elettriche e riduzioni delle emissioni di CO2 con il “Green Mobility Project”: l’azienda Sibeg investe 2,4 mln di euro in energia verde

foto_auto_elettrica_sibeg

Sibeg – imbottigliatore di The Coca-Cola Company dal 1960, all’ottavo posto tra le aziende produttrici di bevande analcoliche in Italia e tra le top 50 aziende siciliane per ricavi nelle vendite e numero di dipendenti – si conferma ancora una volta uno dei principali attori di sviluppo e innovazione dell’economia siciliana, interpretando l’azienda come bene sociale e veicolo culturale. L’ultima grande scommessa, illustrata questa mattina a Catania durante una conferenza stampa, è il “Green Mobility Project”, un progetto “tutto verde” di 2,4 milioni di euro.

Sibeg infatti sarà la prima azienda in Europa a dotare di 100 auto full electric Citroën C–Zero i suoi 100 sales executive, sostituendo interamente quelle endotermiche attualmente in uso.

Una operazione che consentirà di ridurre in un anno 330 tonnellate di emissioni di CO2, pari alla quantità assorbita da 24.750 alberi.

L’iniziativa prevede anche un investimento sul territorio e per il territorio, grazie a una partnership con Enel Energia che installerà 50 colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici ed il posizionamento di 7 punti di ricarica veloce (che consentiranno di fare il pieno in 25 minuti).

L’azienda siciliana, che si è sempre mostrata sensibile alle problematiche dell’impatto industriale sull’ambiente, diventa così modello virtuoso nel panorama internazionale sul fronte dello sviluppo sostenibile.

La scelta di Sibeg è una scelta al passo con la contemporaneità che presenta molteplici benefici per l’ambiente, ma anche per chi sceglie d’intraprendere la strada “verde”: le auto elettriche, infatti, non vengono sottoposte ai vincoli di circolazione, hanno una manutenzione ridotta, sono esenti da bollo per i primi 5 anni con costi assicurativi calmierati sui kW motore e non sui cavalli, consentono di usufruire d’incentivi sull’acquisto e di diminuire i livelli dello stress.

«I principali progetti europei di mobilità alternativa – spiega Luca Busi, Amministratore Delegato Sibeg – partono dallo studio e dalla mappatura della rete dei punti di ricarica delle auto elettriche, che attualmente in Italia, tra pubblico e privato, sono 651, di cui soltanto 9 in Sicilia. Nel nostro caso, è stato esattamente il contrario: abbiamo pertanto previsto, a nostre spese, l’installazione di 57 colonnine, dotando la nostra regione di un’infrastruttura che mancava con un’incidenza dell’8% sul territorio nazionale. Quest’operazione – che speriamo rappresenti solo il primo passo di un percorso che le istituzioni intraprenderanno – assume un alto valore perché si pone tra gli obiettivi la mobilità a emissioni zero in un’isola dal prezioso valore naturalistico e dalla forte vocazione turistica: un progetto-pilota che speriamo possa diventare esempio per molte altre realtà del nostro territorio, ma anche per l’intera Unione Europea».

Ornella Fichera

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

foto_auto_elettrica_sibeg

 

 

 

Le news dalla Città Metropolitana di Catania

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini inviare una email a [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto