Archivio

Baby gang dello scippo a Catania. Il più piccolo ha appena dieci anni

polizia-palermo-400x400

Catania. Intorno alle 24:00 della scorsa notte, una telefonata al 113 denunciava uno scippo subito da due ragazze in via Garibaldi, ad opera di tre minorenni di 16, 13 e 10 anni residenti nel quartiere di Librino. L’intervento della volante ha permesso di scovare poco dopo i tre, in via Vittorio Emanuele e ricostruire l’assurda vicenda: i tre minori avevano avvicinato le vittime con il banale stratagemma di farsi prestare il telefono per effettuare una telefonata, ma di fronte al rifiuto delle giovani, erano passati alle vie di fatto, con minacce e altre aggressioni verbali. Le ragazze, impaurite, avevano accelerato il passo verso piazza Università, senza però riuscire a sottrarsi all’inseguimento dei tre. Proprio in piazza Università si è realizzata la prima fase della rapina: inizialmente hanno sottratto la borsa ad una di loro, che è stata, però, caparbiamente recuperata subito dalla stessa vittima. Poi, grazie all’intervento di alcuni passanti, le giovani vittime sono riuscite a svincolarsi, ma lungo la via Garibaldi, dove si sono dirette, sono state raggiunte e nuovamente aggredite. Stavolta, uno dei baby rapinatori è riuscito a sfilare dalla tasca della gonna di una delle due vittime il telefono cellulare. Ma, pochi attimi dopo, è giunta la Volante, che, grazie alle descrizioni, ha immediatamente individuato e bloccato i piccoli criminali nella vicina via Vittorio Emanuele.

All’atto del controllo da parte degli agenti, i tre minori non sono stati trovati in possesso del telefono, poiché se ne erano già disfatti. È stato, altresì, accertato che nella serata precedente, intorno alle 19.30, era stata consumata, con le medesime modalità, una rapina in piazza Palestro ai danni di un’altra giovane: anche in questo caso le descrizioni fornite dalla vittima corrisponderebbero a quelle dei minori bloccati la scorsa notte. Le indagini proseguono.

Per adesso, d’intesa con il P.M. di turno presso la Procura per i Minorenni, la ragazza di 16 anni è stata denunciata in stato di libertà per concorso in rapina e riaffidata alla madre, mentre gli altri due minori non imputabili, che, per notizia, sono fratelli, sono stati riaffidati alla madre.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

 

 

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto