Archivio

Barcone ribaltato nel canale di Sicilia. Enzo Bianco: “L’Europa reagisca”

“Spero almeno che quest’ennesima, immane tragedia dei migranti, a più grande a memoria d’uomo, risvegli la coscienza dell’Europa”. Lo ha dichiarato il sindaco di Catania e presidente del Consiglio nazionale dell’Anci Enzo Bianco, in procinto di recarsi nel porto della sua città ad accogliere la nave con i superstiti e le vittime del naufragio.

“Troppo a lungo, con un cinismo inaccettabile – ha detto – il nostro Continente e le sue istituzioni si sono voltati dall’altra parte, ignorando un problema esplosivo. Il dramma dei migranti non è un’emergenza improvvisa; è un colossale problema con cui ci dovremo confrontarci per anni. Non va ignorato e scaricato sulle spalle delle città e delle regioni di frontiera; questi mesi noi, comunità siciliane, ci siamo sentiti drammaticamente soli”.

“Bene ha fatto oggi il premier Renzi – ha proseguito Bianco – a chiedere finalmente un vertice europeo, che dovrà essere operativo e le cui scelte non potranno essere fermate dalla paura del risveglio di reazioni xenofobe nelle regioni e nei paesi più ricchi. Ho chiesto nei giorni scorsi a Bruxelles, come capo della delegazione italiana del Comitato delle Regioni europee, del problema di affrontare il problema con proposte concrete. Lo stesso ho fatto con il Parlamento europeo”.

“Se non reagiremo in modo adeguato – ha concluso Bianco – l’Europa avrà sulla coscienza questo dramma”.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

 

 

In alto