Cronaca

Biancavilla, blitz della Lav alla fiera (abusiva) degli animali. Scoppia il finimondo

Biancavilla. Scene da film, ma purtroppo reali questa mattina a Biancavilla in via della Montagna (nei pressi del cimitero comunale). Come riportato dalle testate Biancavilla Oggi.it e Video Star la responsabile provinciale della Lega Antivivisezione, Angelica Petrina, accompagnata dal legale dell’associazione Pilar Castiglia hanno fatto un blitz alla fiera abusiva del bestiame che ogni anno si svolge in occasione delle festività patronali.

La presenza di venditori ambulanti privi di autorizzazione e di animali tenuti in condizioni non idonee ha fatto scattare le chiamate delle attiviste a Polizia Municipale e Carabinieri. Questi ultimi sono intervenuti con una pattuglia e quando sono scattate le manette per un 85enne la situazione è degenerata: militari e attivisti sono stati aggrediti. Un maresciallo è stato aggredito anche con un bastone, riportando una ferita al cuoio capelluto. Le attiviste sono finite a terra e diverse persone le hanno calpestate.

Sul posto sono poi intervenute anche una pattuglia del Commissariato di Polizia di Adrano, della Polizia Municipale, e un’ambulanza del 118 che ha soccorso le persone ferite. Le attiviste sono state anche derubate delle borse e dei cellulari.

Sulla vicenda è intervenuto con una nota il sindaco di Biancavilla Pippo Glorioso: “Respingiamo con forza e fermezza ogni forma di violenza nei confronti di tutti, a maggior ragione nei confronti di chi è tutore dell’ordine pubblico e presidio di legalità, come i Carabinieri, così come nei confronti degli animalisti.
Non si mettono le mani  addosso a nessuno. Non vi era, ovviamente, alcuna autorizzazione e ciò non riduce la gravità del fatto.
Ho già incontrato il maresciallo coinvolto e ho espresso la vicinanza di tutti. Già in questi giorni sono stati allontanati alcuni abusivi e si rafforzerà ulteriormente l’azione di controllo, con gli organi preposti”.

In alto