Cultura

Biancavilla, per la rassegna “Stilografiche di primavera” spazio alle poesie-preghiere con il libro di Maria Pia Risa  

Riceviamo e pubblichiamo integralmente

Catania, 4 maggio 2016 –   Sarà presentato venerdì 6 maggio alle ore 19:30, nel convento “San Francesco” di Biancavilla, il volume “Poesie-preghiere da San Francesco ad oggi” (editoriale Agorà), curato dalla siciliana Maria Pia Risa. L’incontro si inserisce nella prima edizione della rassegna letteraria “Stilografiche di primavera”, organizzata nell’ambito della Settimana del libro dall’associazione “Don Luigi Sturzo” di Biancavilla.

Il volume raccoglie 209 poesie-preghiere di 58 autori diversi, scritte dal ‘200 ai giorni nostri: esordisce con San Francesco d’Assisi per giungere ai contemporanei, attraverso figure prestigiose come Dante Alighieri e Giovanni Paolo II. Presenti anche poeti dichiaratamente lontani dal Cristianesimo,come Leopardi, D’Annunzio e Montale.

L’antologia – particolare nel suo genere all’interno del panorama letterario –  è arricchita da un’introduzione di don Santino Spartà (saggista e critico letterario dall’intensa attività poetico-culturale), e da una prefazione di Antonino Blandini, giornalista e dottore in Diritto canonico.

“Questa ricerca – spiega la curatrice nella sua premessa – trae ispirazione da un incontro culturale con don Spartà, che mi erudì sulla sottile, ma nodale differenza fra poesia-religiosa e poesia-preghiera”. Solo la seconda, infatti, contiene un’invocazione, e non è stato un lavoro da poco individuare i testi che rispondessero a queste caratteristiche. Una paziente opera di ricerca compiuta quasi esclusivamente nella Biblioteca apostolica Vaticana di Roma. Proprioin una prestigiosa sede vaticana – la parrocchia di Sant’Anna – si è svolta, il 13 aprile scorso, la prima presentazione dell’antologia.

All’incontro di Biancavilla, dopo i saluti di Fra’ Antonio Vitanza, guardiano del convento, interverranno l’autrice Maria Pia Risa e il giornalista Giuseppe Vecchio.

“La presentazione di ‘Poesie-preghiere da San Francesco ad oggi‘ contribuisce alla crescita culturale della nostra manifestazione, che ha l’obiettivo di incoraggiare a riscoprire il piacere della lettura, e valorizzare il contributo che gli autori danno al progresso sociale e culturale del nostro territorio”, diceAda Vasta, direttrice artistica della rassegna “Stilografiche di primavera”.

L’appuntamento di venerdì sarà arricchito dalla declamazione cantata di alcune poesie-preghiere contenute nel libro, musicate dal compositore e medico Gesuele Sciacca. Sciacca canterà e suonerà alla chitarra accompagnato dalla sua band composta da: Mariodavide Leonardi alla viola, Franco Pulvirenti alla fisarmonica, Ettore Cavallaro al basso. Voci coriste: Francesca Sciacca, Daniela Greco, Sebastiana Cannata, Angelo Ardizzone e Isidoro Sciacca.

NOTE SULL’AUTRICE

Maria Pia Risa risiede a Randazzo (in provincia di Catania) e opera nel settore della formazione. Giornalista, ha collaborato con la cattedra di Sociologia generale della Facoltà di Scienze della Formazione presso l’Università degli studi di Catania, per la quale ha pubblicato il volume “Prometeo al cibermondo” (Bonanno editore, 2010), e ha contribuito nel collettaneo “L’agonia di Apollo” di M. Calandra (Bonanno, 2008). Scrive per “La Voce dell’Jonio”, “La rivista dell’arma”, “Bioetica e cultura”. Ha relazionato in un convegno internazionale sulla criminalistica tenutosi a Montecitorio.

2

In alto