Archivio

Bianco: “da settimana prossima, tavolo tecnico per risolvere i problemi della zona industriale”

Al termine della riunione svoltasi al Palazzo degli elefanti in merito ai problemi della Zona industriale il sindaco Bianco ha dichiarato: “La prossima settimana si insedierà nel Comune di Catania un tavolo tecnico per risolvere i problemi della Zona industriale in modo che non si faccia più a scaricabarile: gli industriali hanno il diritto di avere un interlocutore unico. Gli industriali hanno il diritto di avere un interlocutore unicoper risolvere criticità non più differibili.
Coordineremo questo tavolo facendoci carico di attivare tutti gli altri soggetti pubblici dall’Irsap alla Provincia, dal Genio civile all’Anas per risolvere nel più breve tempo possibile i problemi della Zona industriale di Catania che è potenzialmente uno dei motori di sviluppo della Sicilia e del Paese ma vive oggi gravi problemi di manutenzione e di sicurezza tali da farle perdere competitiva. Abbiamo ottenuto dall’assessore Vancheri e dal presidente Cicero un concreto impegno per progetti europei già esecutivi che riguardano l’istituzione di una caserma dei Carabinieri, impianti di illuminazione pubblica, sistemazione di strade e rete idrica e fognante. Si tratta di avere la conferma da Roma che le somme possono essere utilizzate in questo senso”.

L’assessore regionale Linda Vancheri ha dichiarato: “Con i fondi comunitari intendiamo intervenire velocemente sulle opere di urbanizzazione primaria come illuminazione e rete idrica ma anche sulla sicurezza. Partiremo immediatamente con le gare d’appalto per le pratiche già istruite e dopo aver superato la fase critica risolvendo i problemi più gravi e urgenti potremo cominciare, grazie alla sinergia con il Comune di Catania, a programmare, organizzando e pianificando le nuove risorse, il futuro di quest’area industriale catanese di importanza strategica per la Sicilia e per il Paese. L’impegno preso oggi con il sindaco Bianco è quello di rendere operativa la politica di attrazione degli investimenti che il governo centrale vuole fare partire dal Sud mettendo in primo piano la questione dell’area industriale catanese e attivando servizi tecnologicamente avanzati per aumentare il livello di competitività delle imprese e accrescere l’attrattività delle aree stesse”.

Cettina La Fata

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto