Archivio

Bronte. Verificata la cassa, al 15 giugno, attivo di 630.000

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Si è svolta questa mattina la verifica straordinaria delle casse del Comune di Bronte, come prevede l’articolo art. 224 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti locali, quando cambia il sindaco.
Così, nella sala riunione dell’Istituto di credito che effettua il servizio di tesoreria, si sono riuniti il neo sindaco Graziano Calanna, l’ex primo cittadino Pino Firrarello, il segretario comunale Anna Maria Carugno, la responsabile del servizio finanziario, Biagia Benvegna e l’organo di revisione dell’Ente, presieduto dalla dottoressa, Pina Meli.
Presente anche il presidente del Consiglio comunale Nino Galati.
Dopo la lettura delle varie voci di bilancio, spiegate dal funzionario della banca, è emerso che al 15 giugno, data in cui è stato eletto il neo sindaco Calanna, il Comune aveva un attivo di 630 mila euro.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto