Cronaca

Calci e pugni alla convivente e al figlio neonato. Arrestato

Calatabiano. Un rumeno di 26 anni è stato arrestato la scorsa notte dai carabinieri della locale stazione per maltrattamenti e lesione personale. I militari, chiamati dai vicini, sono intervenuti nell’appartamento del 26enne dove a causa di futili motivi l’uomo stava litigando con la convivente, una connazionale di 25 anni. L’uomo era in uno stato confusionale, probabilmente in preda all’alcool, ed è stato accertato che poco prima dell’arrivo dei carabinieri aveva aggredito con calci e pugni la donna ed il figlio neonato.

Le vittime sono state trasportate e medicate all’Ospedale di Taormina e per le lesioni subite giudicate guaribili rispettivamente in 10 e 6 giorni. L’arrestato è stato associato nel carcere di Piazza Lanza, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

PER RESTARE AGGIORNATI SULLE NOTIZIE SI PUÒ SEGUIRE LA GAZZETTA CATANESE.IT ANCHE SU FACEBOOK, CLICCANDO QUI.

In alto