Sport

Calcio, l’Adrano “gela” la capolista Biancavilla ed espugna l’Orazio Raiti

20160117_150137BIANCAVILLA – ADRANO 1- 2

BIANCAVILLA. Lazzaro, Ricceri (60′ D’Acquino), Bruno (74′ Isaia), Saitta, Di Rienzo, Platania, Licciardello (46′ Battiato), Leanza, Randis, Farinato, Rubino. All. Nicola Basile;

ADRANO. Lo Guzzo, Stancampiano, Pesce, Spitaleri, Quaceci, Teriaca, Malvuccio, Longo, Virgillito (71′ Compagnoni), Campilongo, Meta. All. Giovanni La Mela;

ARBITRO: Andrea De Francesco (Messina), Davide Di Dio e Giuseppe Costanzo (Caltanissetta);

NOTE. Giornata gelida, si alternano sprazzi di sole a leggere nevicate. Presenti circa 300 spettatori, di cui la metà ospiti;

AMMONITI. Platania, Licciardello, Rubino e Isaia per il Biancavilla; Quaceci, Teriaca, Malvuccio, Virgillito e Meta per l’Adrano;

GOL. 47′ Virgillito, 49′ Teriaca, 66′ Rubino;

L’Adrano Calcio si conferma la bestia nera del Biancavilla e, nonostante i pronostici sfavorevoli, espugnando lo stadio Orazio Raiti con il punteggio di 1-2. Rispetto a domenica scorsa, la squadra di Giovanni La Mela è scesa in campo notevolmente più motivata e con un nuovo schema di gioco rivelatosi vincente. Con Lo Guzzo tra i pali (under), Pesce sulla fascia destra, il rientro di Malvuccio a centrocampo e Campilongo regista dietro le punte, si è vista una squadra capace di giocare un pregevole gioco e tener testa alla capolista. Dal canto suo il tecnico biancavillese Nicola Basile non ha potuto schierare Viglianisi e Licandri a causa delle squalifiche, sebbene questi siano stati sostituiti da giocatori del calibro di Saitta e Leanza.

La cronaca. Nei primi dieci minuti il Biancavilla si è reso pericoloso con una conclusione di Leanza dalla distanza, il suo pallonetto risulta impreciso. Passano due minuti e l’arbitro non concede prima un rigore al Biancavilla e, nell’immediato contropiede, all’Adrano per un fallo subito da Campilongo.
Al 22′ punizione di Saitta, Lo Guzzo para senza problemi. Un minuto più tardi ci prova Campilongo, ma il suo tiro è impreciso.
26′ Meta crossa dalla sinistra, il pallone finisce a Longo che di piatto spara alto.
Al 36′ un passaggio viene involontariamente sporcato dall’arbitro, favorendo Campilongo. Il tiro di quest’ultimo finisce a lato della porta.
Al 42′ torna in cattedra il Biancavilla con un colpo di testa di Rubino a cui Lo Guzzo mette una pezza. Passa un minuto ed è ancora Lo Guzzo ad impedire il goal, questa volta a Farinato. Dall’angolo che ne scaturisce il portiere adranita para il colpo di testa di Platania.
Il primo tempo si chiude con l’ennesima conclusione di Campilongo dalla distanza. Questa volta parata da Lazzaro.

La ripresa inizia con gli ospiti a trazione anteriore e già al 47′ Malvuccio si rende pericoloso in area di rigore e viene messo giù da un difensore. L’arbitro assegna il calcio di rigore che viene realizzato da Virgillito. Neanche il tempo di festeggiare e l’Adrano raddoppia: da un calcio d’angolo di Campilongo, Teriaca, di testa, gonfia la rete e fa scoppiare di gioia la tribuna riservata alla tifoseria ospite.
A questo punto per i padroni di casa le cose si complicano, ma al 66′ su un pallone perso da Spitaleri a centrocampo, Rubino riesce ad accorciare le distanze facendo tornare in partita i suoi.
Al 75′ Battiato sbaglia il tiro da buona posizione raccogliendo un’assist dalla sinistra.
Al 79′ Malvuccio serve, di testa, un bell’assist a Meta; questi raccoglie l’invito e lascia partire un tiro a girare, finito per poco fuori.
All’81’ il colpo di testa di Randis è troppo alto.
biancavilla - adrano finaleAll’83’ l’Adrano recrimina un calcio di rigore per un presunto fallo di mano in area, ma il direttore di gara non è dello stesso avviso. Da qui al triplice fischio il Biancavilla cerca il pareggio in tutti i modi, ma senza riuscirci. Finisce 1-2 sotto una fitta nevicata che “gela” il Biancavilla, che perde l’imbattibilità casalinga in campionato, e galvanizza l’Adrano che dimostra di potersela vedere con tutti e, aggiungiamo noi, dovrebbe riflettere su quante occasioni ha sprecato in questa stagione.

 

 

In alto