Sport

Calcio, nel recupero di Monopoli il Catania impatta sullo 0-0

Nel recupero della prima giornata di campionato, rinviata per i noti ricorsi ai vari tribunali della calda estate del calcio italiano, il Catania impatta per 0-0 allo stadio “Veneziani” di Monopoli.

Nello stadio dove lo scorso anno la formazione allenata allora da Cristiano Lucarelli subiva la sconfitta più sonora (5-0) gli uomini di Sottil scendono in campo con l’ormai consueto 3-5-2 cambiando, rispetto alla formazione di tre giorni prima vittoriosa a Pagani, solo 3 elementi con Calapai, Baraye ed Angiulli a sostituire rispettivamente Ciancio, Scaglia e Bucolo.

Dall’altra parte il Monopoli guidato a centrocampo dall’argentino Scoppa, ex rossazzurro, si presenta con un 3-4-3 abbastanza offensivo in particolare con la tecnica e la fantasia del senegalese Mangni, classe 1993. È proprio l’attaccante scuola Atalanta che al minuto numero 9 impegna Pisseri ad un super intervento e, nel complesso, la sua rapidità crea non poche difficoltà alla retroguardia rossazzurra. Dall’altro lato, invece, il duo Curiale-Marotta, reduce dalle rispettive doppiette a Pagani, sembra avere le polveri bagnate e non riesce a rendersi pericolosi dalle parti del portiere avversario.

Così, dopo un paio di conclusioni abbastanza pericolose del numero 6 rossazzurro Angiulli dalla distanza e un salvataggio quasi sulla linea di porta di Pisseri su un calcio d’angolo velenoso di Scoppa si conclude il primo tempo con un Catania che sembra essere meno brillante rispetto alle ultime uscite.

Nella ripresa il leit motiv non cambia ed è sempre il Monopoli a fare la partita e a rendersi più pericoloso dalle parti di Pisseri. In una di queste occasioni, il difensore Zampa nel tentativo di crossare al centro colpisce la traversa con Pisseri battuto ma sulla ribattuta la difesa del Catania riesce a rinviare. Dopo la classica girandola di cambi, con Sottil che toglie uno spento Marotta sostituendolo con Llama, la partita si trascina fino al fischio finale dell’arbitro senza altre particolari emozioni.

Un pareggio, dunque, che rallenta un po’ la rincorsa del Catania al primo posto ma che in ogni caso continua consente alla formazione rossazzurra di mantenere l’imbattibilità anche su un campo difficile come quello pugliese.

Adesso testa già alla prossima gara che potrebbe essere sabato prossimo contro la Viterbese sempre che la squadra laziale decida finalmente di scendere in campo (i laziali hanno ottenuto il rinvio di tutte le proprie gare fino a quando non sarà definita la questione Entella).

In alto