News

Caltagirone. Dati in crescita per l’Urologia del “Gravina”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Si rilancia l’attività dell’UOC di Urologia dell’Ospedale “Gravina”.
Dopo le difficoltà evidenziate nel corso del 2015, gli indici di attività, nel primo trimestre del 2016, fanno registrare una crescita costante.
A dicembre dello scorso anno, la nomina del direttore dell’Unità Operativa, dr. Francesco Abate, è intervenuta risolvendo un’annosa criticità, e i dati confermano l’inversione di tendenza.
Le proiezioni indicano, infatti, un deciso incremento nel numero dei ricoveri e delle prestazioni interne; cresce anche l’indice operatorio ordinario che, nel primo trimestre, passa dal 44,4 al 63,4. Il peso medio dei ricoveri (1,001) è in linea con il dato regionale.
Cresce inoltre il know-how dell’equipe medica, che ha introdotto nel lavoro le più moderne metodologie chirurgiche.
Nei giorni scorsi il dr. Abate, assistito dal dr. Riccardo Castro (urologo) e dal dr. Ignazio Mirone (chirurgo), ha eseguito una ureterolitotomia laparoscopica, perfettamente riuscita, con l’estrazione di un voluminoso calcolo ubicato nella pelvi renale del paziente.
Si è trattato del primo intervento di questo tipo in un Ospedale dell’Asp di Catania.
«Siamo molto soddisfatti per il traguardo conseguito – ha dichiarato il dr. Abate -, che segna anche una tappa professionale importante per l’equipe».
In Italia si stima che la calcolosi urinaria primitiva o recidiva colpisca circa 250.000 persone all’anno; in 40.000 delle quali sono richiesti uno o più trattamenti per la completa risoluzione del problema.
Recentemente è stata rilevata una tendenza all’aumento della prevalenza della calcolosi delle vie urinarie superiori soprattutto nei Paesi industrializzati, probabilmente per una più elevata assunzione di proteine con la dieta.
Il picco di incidenza per tale patologia si colloca tra la terza e la quinta decade di vita con predilezione per il sesso maschile (con rapporto 2-3:1), fatta eccezione per i calcolo di struvite, appannaggio principalmente del sesso femminile.
La percentuale di recidiva è stimata tra il 50% ed il 70% dei casi. Essa si localizza prevalentemente (97% dei casi) a livello del rene e del uretere mentre solamente nel 3% dei casi è interessata primitivamente la vescica. Questa sede è più frequente nei Paesi più poveri.

Le news dalla Città Metropolitana di Catania

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini inviare una email a [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto