Sport

Promozione girone C, Biancavilla- Real Città di Paternò 4-1

Biancavilla: 1) Colonna 2) Ricceri 3) Bruno 4) Viglianisi 5) Di Rienzo 6) Platania (dal min.1 s.t Isaia) 7) Licciardello 8 ) Marrone 9) Randis 10) Farinato (dal 6 min s.t Leanza) 11) Licandri (dal 34’ st Rubino), all. Basile

Real Città di Paternò: 1) Rosiglione 2) D’Alì, 3) Cunsolo (dal min.9 s.t Calamato) S. 4) Peci 5) Condorelli 6) Nocera 7 Cunsolo F. 8 Carastro 9) Russo 10 ) Sinatra 11) Longo, all.Busetta

Arbitri Iannello A. ( Messina) Alessio A. Di Paola, Sorace G. (Catania)

All’Orazio Raiti, primo impegno del 2016 per la formazione di mister Basile che mira a confermare la vetta del campionato al cospetto della formazione di mister Busetta la quale è intenzionata a vendere cara la pelle.

Il primo tempo si apre con il Biancavilla a dettare i ritmi del gioco e già al 7’ arriva il goal del vantaggio con una staffilata del cannoniere Randis da fuori area che si va ad insaccare a fil di palo del portiere Rosiglione il quale altro non può fare che raccogliere la palla in fondo al sacco.

La reazione del Paternò si impersona nella caparbia corsa lungo l’out di destra di Longo, il quale per poco non batte la difesa avversaria costringendola a più riprese al fallo lungo la linea laterale di sua competenza, quando non arriva ai cross che per la verità non sortiscono alcun risultato.

Il Biancavilla è repentino nelle ripartenze, così da costringere il Paternò al fallo tattico sulla tre quarti punito con l’ammonizione di Carastro al minuto 12.

Successivamente è Cunsolo che serve lo spumeggiante Longo per un tiro stoppato dalla difesa.

Ma è il Biancavilla a dare la sensazione di averne di più, così dopo l’ennesima ripartenza bloccata dal fallo avversario, si rende pericoloso con un tiro-cross di Marrone che il portiere paternese neutralizza.

È il prologo del goal del raddoppio che arriva su cross del difensore Bruno per Licandri il quale con un tap-in punisce la squadra della sua città.

Siamo al 20’ e la partita è ben indirizzata a favore della squadra di casa, la quale continua a produrre gioco e occasioni sempre con Licandri, il quale è una vera e propria spina nel fianco della difesa ospite, e Licciardello che su punizione la scodella pericolosamente in mezzo alll’area.

Al 26’ breve interruzione di gioco per permettere a due giocatori paternesi di riprendersi da leggere contusioni.

Da questo momento inspiegabilmente il Biancavilla tira un po’ troppo i remi in barca ed il Paternò inizia a collezionare azioni pericolose, che sfiorano il goal almeno in due occasioni: la prima con Sinatra che per poco non concretizza un cross di un suo compagno (min.37) e la più clamorosa con Longo che sull’ultima azione del primo tempo, servito dallo stesso Sinatra, arriva a tu per tu col portiere Colonna il quale compie un autentico miracolo.

Secondo tempo

Mister Basile decide di sostituire Platania facendo entrare Isaia; è il Paternò però  ad impensierire Colonna, con Cunsolo di testa, poi al quinto con Longo.

Al sesto minuto seconda sostituzione biancavillese: entra Leanza per Farinato; è Randis a rendersi pericoloso in rovesciata, para Rosiglione; al 14’ è ammonito Licciardello, tre minuti più tardi cambio anche per il Paternò entra Calamato esce Cunsolo.

Il Biancavilla si addormenta così su svarione della difesa è il Paternò ad accorciare le distanze con Longo.

Dopo la simulazione di Leanza punita con l’ammonizione è Longo a sfiorare l’euro-goal con un bolide da fuori area che ancora Colonna para meritandosi i galloni del migliore in campo.

Al 30’ è Licciardello in slalom ad arrivare a pochi metri da Rosiglione che para.

Al 34’ esce fra i meritati applausi del pubblico di casa Licandri, entra Rubino, il quale dopo nemmeno due minuti per poco non approfitta di una palla spiovente al centro dell’area. È il preludio al goal di Marrone il quale è bravo dentro l’area ad aprofittare di una palla passata in mezzo a molte gambe di difensori distratti.

Sull’altro versante è il neo entrato Calamato che approfittando di un errore di Isaia si rende pericoloso di piatto, ci mette una pezza l’invalicabile Colonna.

A sigillare definitivamente la partita quasi sullo scadere è Rubino il quale è bravo ad approfittare di un errato retropassaggio per il 4-1 finale, risultato più largo di quanto ha detto la partita.

Pietro Benina

WP_20160106_16_28_53_Pro

 

 

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto