Sport

Catania: 3 gare in 7 giorni con un organico più ampio?

Superato con successo l’impegno casalingo contro il Picerno, il Catania si proietta alle prossime gare che vedranno i rossazzurri impegnati in altri tre incontri nell’arco di sette giorni.

I tre punti ottenuti domenica scorsa al Massimino sono stati linfa vitale per muovere la classifica dopo i due stop consecutivi contro Reggina e Ternana ma, oltre al risultato, nella gara contro il Picerno sono ancora emerse quelle difficoltà che la squadra di Camplone manifesta da un mese a questa parte, ovvero qualche amnesia difensiva e poca pericolosità in attacco.

Come detto più volte, l’organico è ridotto all’osso per via di vari infortuni e se il tecnico vuol fare riposare qualcuno dei titolari deve far ricorso a calciatori non ancora in condizione tanto da farli uscire dopo soli 42 minuti di gioco, e ciò spiega come il mister rossazzurro non si trova nelle condizioni di poter sfruttare a pieno l’organico a disposizione.

Lo stesso Camplone, del resto, nella conferenza pre gara contro il Picerno faceva notare come ad Avellino, alla prima giornata, aveva operato le cinque sostituzioni facendo entrare 5 calciatori potenzialmente titolari (tra i quali Bucolo e Mazzarani poi andati in rete) mentre nelle ultime gare alcuni cambi hanno riguardato ragazzi della Berretti (Noce o Di Stefano) o calciatori non in piena condizione fisica (Barisic o Rossetti).

Alla luce di tutto ciò sembra giungere a fagiolo il reintegro in rosa di Biagianti e Bucolo, previsto proprio nella giornata di oggi.

Fuori da quasi un mese, i due leader dovrebbero riaggregarsi al gruppo nell’allenamento odierno e, se Biagianti non si è ancora ripreso dall’infortunio che lo tiene fermo dallo scorso agosto, Bucolo potrebbe già essere convocato per la trasferta di Vibo Valentia prevista per domenica prossima. Una freccia in più nell’arco a disposizione di Camplone per affrontare una trasferta non impossibile sulla carta (la Vibonese è reduce da sei reti subite a Francavilla) e che precederà il doppio turno interno contro Bisceglie e Bari.

Se al reintegro di Biagianti e Bucolo sommiamo il recupero dall’infortunio di Emanuele Catania e, forse, anche quello dei centrali Esposito e Saporetti ecco che Camplone potrà avere più opportunità per scegliere chi mandare in campo e, forse, ritroveremo quella fluidità di gioco che possa permettere di rivedere un Catania vincente ed entusiasmante.

 

FOTO: calciocatania.it
In alto