Sport

Catania, beffa finale: la Casertana pareggia al 91′

Nel big match del girone C della Serie C Catania e Casertana terminano in pareggio la sfida tra due delle favorite per la promozione diretta in Serie B.

Il Mister Sottil cambia modulo dopo il 4-3-3 delle prime due partite e schiera un 3-5-2 a specchio contro la formazione allenata da Fontana e così in avanti vengono schierati Marotta e Curiale mentre rimane fuori Manneh.

Dopo un avvio discreto da parte della Casertana, il Catania prende le chiavi del gioco e grazie ad un ispiratissimo Lodi si riversa con prepotenza nella metà campo avversaria.

Con la dovuta spinta sugli esterni di Calapai a destra e Baraye a sinistra, il Catania si rende pericolo più volte e al 24esimo sblocca la partita.

Ancora una volta sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto magistralmente da Lodi, Silvestri fa la sponda sul secondo palo e Curiale sotto porta infila in rete il vantaggio rossazzurro.

Ottenuto il vantaggio, il Catania continua a riversarsi in avanti e in un paio di occasioni sfiora il raddoppio prima con Lodi e poi con Baraye.

Dall’altra parte la Casertana non riesce a fare gioco e i due attaccanti, Castaldo e Floro Flores, vengono poco serviti.

All’avvio della ripresa Fontana, tecnico della Casertana, arretra la posizione di Floro Flores e così l’ex Udinese entra più nel vivo dell’azione cambiando l’atteggiamento della squadra campana. Il Catania abbassa il proprio baricentro e la Casertana sfiora più volte il pareggio, con l’ex di turno Blondett che colpisce la traversa sugli sviluppi di un calcio piazzato mentre i rossazzurri, che nel frattempo rimpiazzavano Curiale e Lodi con Barisic e Bucolo, provavano a ripartire con le ripartenze.

Su una di queste, Biagianti serviva molto bene Barisic che dalla fascia sinistra crossava al centro un pallone da spingere in rete a Marotta, ma l’ex Siena non riusciva a controllare bene e la palla sfilava incredibilmente in fallo laterale. Era l’occasione per chiudere la gara e così subito dopo, come la più classica delle leggi del goal, la Casertana trovava il pareggio

Al 90esimo, infatti, al limite dell’area di rigore Esposito commetteva fallo su Castaldo rimediando il secondo giallo e di conseguenza il rosso che gli faceva chiudere anzitempo la gara. Sugli sviluppi della punizione, poi, Pisseri respingeva il tiro di Pinna e sulla respinta Floro Flores in tap in fissava il punteggio sull’1-1.

Un pareggio che lascia un po’ di amarezza per essere arrivato all’ultimo minuto ma nel complesso il Catania torna da Caserta con la consapevolezza di essere un squadra importante che non ha sofferto molto sul campo di una delle favorite e, come detto dal mister Sottil a fine gara, c’è ancora da lavorare ma ogni gara sta dando la certezza che il Catania potrà fare una grande stagione.

In alto