Sport

Catania-Bisceglie 2-1: Novellino si affida ai giovani e ottiene i 3 punti

In un Massimino poco affollato il Catania di Novellino batte il Bisceglie per 2-1 al termine di una gara che può segnare una svolta nel campionato dei rossazzurri.

Al fischio iniziale l’undici etneo presenta diverse novità sia per le assenze dovute alle squalifiche sia per alcune scelte adottate da Novellino.

Così in porta Bardini sostituisce Pisseri, in difesa Esposito prende il posto dello squalificato Silvestri, mentre davanti Manneh, Sarno e Llama compongono il trio offensivo dietro al croato Brodic, scelto come centravanti al posto di Marotta e Curiale squalificati e con Di Piazza fuori per scelta tecnica. Anche il Bisceglie arriva al Massimino con diverse assenze, ma i pugliesi sono reduci da risultati importanti (il pareggio imposto alla JuveStabia su tutti) e cercano punti importanti per la salvezza.

Dopo una fase di studio iniziale, gli etnei provano a fare la gara ma, come spesso accaduto nelle ultime gare, senza una vera manovra di gioco che possa portare alla conclusione. Anzi sono gli ospiti a rendersi molto pericolosi con un tiro dalla distanza del capitano Giacomarro che colpisce il palo interno alla sinistra di Bardini. I rossazzurri accusano il colpo e, pur continuando a tenere un possesso palla sterile, non riescono a rendersi pericolosi in avanti, con Sarno e Manneh troppo presi dalla giocata individuale.

Così al 32esimo il Bisceglie trova il vantaggio con un tiro dalla distanza di Longo che batte Bardini facendo sprofondare il Massimino in un incredulo silenzio. Fino al 45esimo il Catania non riesce a reagire e al fischio dell’arbitro il silenzio sugli spalti si tramuta in fischi.

Al rientro dagli spogliatoi Novellino getta nella mischia Di Piazza al posto di Sarno, spostando Brodic sulla fascia, ma la capacità di reazione dei rossazzurri è pressoché nulla e anche se lo svolgimento della gara è interamente nella metà campo del Bisceglie, il portiere ospite non viene mai impegnato.

Negli ultimi 20 minuti, poi, Novellino opera delle sostituzioni che danno la scossa giusta. Dentro i giovani Valeau, Liguori e Pecorino e fuori Manneh, Llama e Marchese e con la verve ed il dinamismo dei giovani il Catania riesce a cambiare la gara.

All’82esimo Brodic lavora un ottimo pallone sulla sinistra e mette al centro dove Di Piazza con un destro preciso acciuffa il pareggio, riaccendendo l’entusiasmo nel gruppo rossazzurro che con grinta e determinazione trovano il vantaggio al 91esimo con la zampata vincente di Esposito sugli sviluppi di un corner.

È una vittoria che crea un solco tra il Catania del primo tempo e quello degli ultimi 20 minuti. Prima una squadra fatta da gente apparentemente appagata che non riesce a correre e ad essere cattiva, poi la voglia e la grinta di giovani che in pochi minuti hanno cambiato volto alla squadra portandola al successo.

Una svolta, sottolineata da Novellino in conferenza stampa, che può essere decisiva anche nelle ultime gare e poi nei prossimi playoff. Forse si è data troppa fiducia a giocatori che, pur avendo tanta esperienza, non hanno il passo giusto per affrontare un campionato impegnativo come la Serie C. Per fortuna un vecchio lupo come Novellino è riuscito a leggere bene la gara e a portare in porto il successo e l’augurio di tutta la tifoseria è che affidandosi a Walter il Sergente il cammino dei rossazzurri possa essere più roseo.

In alto