Eventi

Catania. Consegnati ai cittadini di Librino semafori a chiamata

“Un segnale di attenzione e rispetto per i pedoni dedicato alla memoria di Beppe Cunsolo, il rugbista di 14 anni dei ‘Briganti’ che proprio qui davanti fu vittima di un incidente automobilistico nel 2012”.

Con queste parole il sindaco di Catania Enzo Bianco ha consegnato ai cittadini di Librino l’impianto semaforico a chiamata davanti alla scuola Musco, lungo il viale Castagnola a Librino.
Erano presenti gli assessori alla Scuola Valentina Scialfa e alle periferie Rosario D’Agata, il presidente della Municipalità Lorenzo Leone, il comandante della Polizia Municipale Pietro Belfiore, il geom. Rosario Marino degli interventi speciali, la preside Cristina Cascio con una delegazione di insegnanti e bambini della scuola e numerosi cittadini.
Bianco ha ricordato di aver chiesto durante la precedente Amministrazione di realizzare l’opera  con un flash mob organizzato con un gruppo di giovani e con associazioni di volontariato che avevano messo un semaforo di cartone.

“Avevamo dunque – ha detto Bianco – un debito con il quartiere e con questi bambini e abbiamo mantenuto l’impegno preso anche perché rappresenta, simbolicamente, la volontà dell’Amministrazione di salvaguardare i pedoni. In questa città a volte si sfreccia a velocità troppo alta senza rispettare le regole anche davanti alle scuole quando escono i bambini. E poiché questo problema si risolve solo con la collaborazione dei cittadini, agli automobilisti di Catania lancio un appello affinché rispettino i limiti di velocità soprattutto davanti alle scuole dove sono stati registrati vittime tra i bambini e tra i genitori. Questo impianto, lo abbiamo voluto fortemente con  il presidente della Municipalità Leone, gli assessori Scialfa e D’Agata e la preside Cascio, per tutelare i piccoli e grandi frequentatori della zona”.

Per realizzare l’impianto semaforico l’Amministrazione ha speso 20.000 euro e i lavori sono stati realizzati dalla Sostare.
Prima di avviare i lavori per l’impianto semaforico è stato necessario attendere che l’Enel mettesse a punto i complessi interventi – con lavori di scavo per complessivi quaranta metri –  per l’allaccio del contatore del semaforo.
Per realizzare l’impianto – costato 20.000 euro e realizzato dalla Sostare – sono stati necessari scavo per consentire il passaggio dei cavi elettrici in una estesa tubazione sotterranea e la realizzazione di pozzetti di ispezione. Sono stati poi installati due paline, due pali a sbraccio e complessivamente dieci lanterne semaforiche tre luci. L’impianto è servito da una centralina per la regolazione dei tempi del semaforo.

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto