Cronaca

Catania, fermato in tempo gruppo criminale pronto a colpire

Catania. Non è ancora chiaro quale fosse l’obiettivo della banda di quattro persone che questa mattina è stato bloccato prima di entrare in azione da due carabinieri in borghese. I militari hanno notato in via Pedara due uomini che camminavano a piedi con volto travisato da occhiali da sole e cappellini e con le mani protette da guanti in lattice. Questi, tra l’altro, si è visto che comunicavano a gesti con altri due uomini posti ad una decina di metri di distanza dai primi. Compreso che stava per essere messo in atto un colpo i due carabinieri si sono avvicinati ai primi due soggetti, i quali percependo di essere stati scoperti, hanno tentato di fuggire  a bordo di uno scooter di colore nero, un Honda SH, parcheggiato nelle immediate vicinanze. I militari, dopo una breve colluttazione, hanno bloccato tre dei quattro soggetti mentre uno si è dileguato per le vie cittadine. Un individuo, identificato quale Marchese Davide di 39 anni, è stato trovato in possesso di un revolver cal.38, con cinque colpi nel tamburo e la matricola abrasa. Dopo l’intervento di tre “gazzelle” del radiomobile, inviate dalla Centrale Operativa del Comando di Piazza Verga, si è provveduto a sequestrare lo scooter, risultato rubato in mattinata dinanzi L’Etna Bar a San Giovanni Galermo, una Fiat Tipo di proprietà di uno dei denunciati, priva di copertura assicurativa, parcheggiata a pochi metri dal luogo del controllo, un capello di paglia, tipo cowboy, degli occhiali da sole, dei guanti in lattice, un giubbotto in finta pelle, fornito di  cappuccio, nonché un taglierino occultato nello scooter. L’arrestato, su disposizione del magistrato di turno, è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

Sono in corso approfondimenti investigativi per verificare se il gruppo stesse per compiere una rapina.

In alto