Politica

Catania. Nominati otto nuovi dirigenti, rotazione in tutti i settori

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Il Comune di Catania, dopo la nomina del Ragioniere generale Massimo rosso del 20 luglio scorso, ha altri otto nuovi dirigenti e ha proceduto a un’ampia rotazione. Gli incarichi, completata la selezione della Commissione di valutazione, sono andati a Biagio Bisignani, Fabio Finocchiaro, Lara Riguccio e Maurizio Trainiti (area tecnica), Giuseppe Ferraro, Anna Maria Liuzzo e Uccio Russo (area generalista) e  Clara Leonardi (area contabile). Restano ancora tre incarichi dirigenziali da assegnare per raggiungere il numero di dodici autorizzati dalla Coslfel, la Commissione del Ministero dell’Interno.
Nell’area tecnica l’ing. Biagio Bisignani sarà il direttore Urbanistica e Gestione del Territorio e Decoro urbano (e, ad interim, dirigente del servizio di attuazione della pianificazione e concessioni edilizie), l’ing. Fabio Finocchiaro sarà il direttore del Servizio Manutenzioni, servizi cimiteriali e demolizioni opere abusive, la dott.ssa Lara Riguccio, dirigerà il Servizio progettazione e lavori per il verde e tutela e gestione del Verde pubblico (Giardino Bellini e Parchi) e l’ing. Maurizio Trainiti sarà il direttore del Patrimonio. Nell’area generalista dott. Giuseppe Ferraro dirigerà il Servizio amministrazione del Personale, relazioni sindacali e disciplina comparto della Direzione risorse umane e l’avv. Anna Maria Rita Liuzzo la Prima area della Direzione affari legali, mentre l’avv. Uccio Russo, sarà direttore della Presidenza del Consiglio, vice segretario generale e rappresentanza legale dell’Ente in giudizio. Nell’area contabile, infine, la dott.ssa Clara Maria Letizia Leonardi, dirigerà il Servizio Bilancio, entrate e spesa, pubblicità e affissioni della Ragioneria generale.
L’incarico ai nove dirigenti ha consentito di ridistribuire il carico di lavoro e avviare una nuova, ampia rotazione dei dirigenti – la prima era stata attuata il 20 maggio del 2014, due settimane dopo l’approvazione della Macrostruttura – secondo la tabella allegata.
“L’ingresso di queste nuove forze – ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco, rappresenta un momento molto importante per la vita di Catania perché dà ossigeno a una macchina amministrativa che era in grande difficoltà. A Catania c’erano soltanto 14 dirigenti a fronte di una pianta organica che ne prevede quaranta, mentre in città delle stesse dimensioni della nostra, per esempio Bologna o Firenze, pur con un analogo numero di dipendenti, i dirigenti sono addirittura a settanta-ottanta. Ed erano dunque tutti sovraccaricati di lavoro. Questi incarichi consentono una importante ristrutturazione del Comune, con una nuova rotazione dei dirigenti e linfa nuova in certe Direzioni, come l’Urbanistica, che ci consentirà di dare un nuovo impulso alle attività che la città ci chiede. O come le Manutenzioni, l’Ecologia, la Ragioneria. L’Amministrazione sta attuando da tempo una politica delle risorse umane inserita nella filosofia del ‘Comune amico’ per mettere i dipendenti nelle migliori condizioni possibili per offrire ai cittadini un servizio efficiente e veloce. Ci attendiamo adesso un salto di qualità basato su trasparenza ed efficienza”.
Di trasparenza ed efficienza ha parlato anche la Direttore generale del Comune Antonella Liotta, che ha personalmente seguito tutta la procedura per la selezione dei dirigenti a termine.
“Efficienza e trasparenza – ha detto – si ottengono attraverso una selezione rigorosa che punti alla qualità. Inoltre, come aveva detto nel febbraio del 2015 il presidente dell’Autorità nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone, a Catania per firmare un protocollo con il Distretto del Sud est, rotazione non è una cattiva parola, ma un presidio di legalità”.
La procedura di selezione per i dirigenti aveva preso l’avvio il 21 ottobredel 2015, quando la Giunta aveva adottato la delibera relativa al fabbisogno del personale 2015-2017. Il 22 dicembre dello stesso anno la delibera era stata modificata e integrata prevedendo la selezione di dodici dirigenti, approvata dalla Cosfel, la Commissione del Ministero dell’Interno. Si trattava del rinnovo di quattro figure – Capo di gabinetto, Ragioniere generale, Capo della direzione Ecologia e Ambiente e Dirigente del servizio Prg, pianificazione urbanistica e progetti speciali – e di otto nuovi incarichi di cui quattro in area tecnica, tre in area amministrativa e uno in area contabile. Il Comune aveva dunque avviato, l’8 aprile scorso con la pubblicazione degli avvisi di selezione, la procedura per l’assunzione, con contratti a tempo determinato, dei dirigenti. Le domande presentate sono state centinaia. Successivamente sono state nominate le Commissioni, che hanno cominciato con la selezione, veri e propri esami. Come detto restano ancora tre incarichi dirigenziali da assegnare.

In alto