Cronaca

Catania, operazione “Castigo”. Emesse sei condanne

operazione_castigo

Catania. 20.2.2016 – I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Catania hanno arrestato su ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania, NOLFO Raffaele Salvatore, 43enne, già ai domiciliari, condannato a 9 anni e 4 mesi di reclusione, PULVIRENTI Francesco, 34enne, già ai domiciliari, condannato a 10 anni e 4 mesi di reclusione, GIORDANO Giovanni, 34enne, condannato a  6 anni e 9 mesi di reclusione, ODORIFERO Luca, 31enne, condannato a 3 anni e 4 messi di reclusione, SCUDERI Antonina, 60enne, condannata a  4 anni e 9 mesi di reclusione, e CASABIANCA Alfio, 28enne, condannato a 8 anni e 5 mesi di reclusione, tutti ritenuti responsabili di produzione, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, eccetto il NOLFO che risponderà anche del reato di evasione ed il PULVIRENTI che risponderà di detenzione illegale di armi.

La sentenza scaturisce dall’operazione antidroga, denominata “CASTIGO”, eseguita dai Carabinieri del Comando Provinciale di Catania nei confronti di alcuni soggetti dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti nel popoloso quartiere Picanello del capoluogo etneo, che nel 2012 portò all’esecuzione di un’ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di 10 persone.

Dalle indagini emerse che la piazza di spaccio era operativa dalle ore 17.00 alle ore 21.00 di tutti i giorni, festivi compresi ed a ciascuno degli arrestati era attribuito un incarico ben preciso, secondo un modello operativo ben collaudato che prevedeva, tra l’altro, un presidio su via Tartini, con il compito di contattare gli acquirenti, e numerose vedette dislocate nelle vie circostanti per eludere il controllo delle forze dell’ordine. La droga veniva occultata in grossi quantitativi in nascondigli da cui veniva prelevata in piccole quantità via via che si esaurivano le scorte detenute dai pusher. Il giro d’affari calcolato ammontava a circa 1.800 € al giorno.

Di primaria importanza anche il ruolo delle donne tratte in arresto, alle quali il clan aveva assegnato il compito di raccogliere il provento quotidiano dell’attività di spaccio e di custodirlo in maniera sicura per conto degli altri.

Gli arrestati sono stati associati nelle carceri di Piazza Lanza e Bicocca, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto