Politica

Catania. Patrimonio immobiliare: l’Amministrazione “Mai sul mercato i tesori della città”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

In una propria nota l’Amministrazione comunale di Catania ribadisce che, “anche se ormai risulta chiara a tutti, contrariamente alle polemiche di questi giorni, non ci sarà alcuna ‘svendita’ del patrimonio immobiliare di Catania e mai e poi mai saranno messi sul mercato i tesori della città, gli immobili di pregio o comunque utili e utilizzati, per non parlare delle chiese e dei luoghi d’interesse storico o archeologico”.
“Sono dunque assolutamente strumentali e false – continua la nota – le dichiarazioni di chi sostiene il contrario. Forse bisognerebbe criticare chi, invece, ha creato i debiti o, per anni, ha fatto finta che il buco di bilancio non esistesse”.
“Con il Piano di riequilibrio – sottolinea la nota – con la filosofia del buon padre di famiglia, il Comune metterà sul mercato immobili che, pur avendo un loro valore economico, rappresentano anche un forte costo di gestione. Parliamo per esempio delle case di edilizia popolare, che potranno essere riscattate da chi le abita a prezzo vantaggioso, o di immobili e terreni non utilizzati né spesso utilizzabili perché troppo degradati. Questa è la volontà chiara dell’Amministrazione”.

In alto