Cronaca

Catania. Protestano gli audiolesi, le famiglie e i lavoratori del settore

Protesta_sit in_audiolesi_CataniaCatania. Sit-in di protesta sotto la sede istituzionale della Città Metropolitana di Catania, questa mattina, organizzato dall’AFAE (Associazione Famiglie degli Audiolesi Etnei), dall’Istituto Maddalena di Canossa e dall’Ente Nazionale dei Sordomuti sezione di Catania.

Motivo della manifestazione è il regolamento approvato dall’ex Provincia Regionale di Catania per la “disciplina sugli interventi socio educativi assistenziali in favore di soggetti disabili” adottato con delibera n. 47 del 26/05/2016 e che prevede un’organizzazione differente rispetto al passato dell’erogazione dei servizi rivolti ai sordi, per legge a carico della Città Metropolitana di Catania.

Con il riordino, il terzo settore viene disconosciuto dal suo ruolo centrale, aspetto non gradito dagli enti scesi oggi in strada a protestare. “Il terzo settore ha garantito servizi di qualità coerenti alle specifiche esigenze dell’utente grazie alla conoscenza specifica delle problematiche affrontate, alla progettazione e al coordinamento” affermano gli organizzatori, che oggi sono stati ricevuti da un delegato del Prefetto per esporre le proprie posizioni.

In alto