Sport

Catania-Rende 1-0: vittoria sofferta dei rossazzurri grazie al goal di Di Piazza

Dopo aver saltato il turno infrasettimanale per la mancata presenza del Matera, il Catania è tornato in campo per affrontare il Rende nella quarta giornata di ritorno del campionato di Serie C.

Sottil continua con il 4-3-3 effettuando, però, dei cambi rispetto alla sconfitta di Siracusa. Fuori Scaglia, Esposito e l’infortunato Marotta e dentro rispettivamente Baraye, Silvestri ed il nuovo acquisto Di Piazza.

Di fronte il Rende che dopo lo splendido avvio di stagione, nelle ultime giornate ha raccolto davvero poco e stenta a ripetere gli ottimi risultati del girone d’andata.

Pronti via ed il Catania si riversa subito nella metà campo avversaria, dimostrando di voler fare la partita per conquistare obbligatoriamente i tre punti.

Al quinto prima conclusione della gara con un tiro  dalla distanza di Carriero sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma la palla finisce di poco a lato alla sinistra del portiere ospite. I rossazzurri continuano a gestire il gioco, ma senza creare occasioni particolari anche perché Curiale e Di Piazza alla prima partita insieme non hanno ancora la giusta intesa.

Al 15esimo si fa vedere il Rende con una conclusione del numero 9 Vivacqua che calcia fuori, ma è il segnale che la squadra calabrese gioca bene in ripartenza e sa essere pericolosa.

Al 20esimo splendida conclusione di Biagianti dai 25 metri, il portiere avversario riesce a deviare in angolo. Sugli sviluppi del corner Baraye prova ad entrare in area di rigore, ma viene steso proprio al limite dell’area di rigore rendendo la punizione una sorta di corner corto. Batte il solito Lodi per la testa di Aya che colpisce bene impegnando il portiere, sulla cui respinta si avventa Di Piazza che segna il suo primo goal in rossazzurro portando in vantaggio il Catania.

Prima apparizione al Massimino per l’ex Cosenza e prima rete per un calciatore che deve fare di tutto per farsi amare da una tifoseria che è stata molto scettica sul suo arrivo.

Il goal galvanizza il Catania che continua il forcing nell’area del Rende, mentre i calabresi provano a reagire senza però creare particolari problemi a Pisseri.

Al 40esimo bella combinazione Curiale-Manneh con il gambiamo che dal limite dell’area calcia al volo sfiorando il goal del raddoppio. Senza nemmeno un minuto di recupero, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo concludendo così la prima frazione di gioco che ha visto un Catania piacevole con i due nuovi acquisti tra i migliori: Di Piazza per il goal realizzato e Carriero che a centrocampo ha dimostrato di essere quel giocatore che unisce grinta e dinamismo, qualità che servivano alla mediana rossazzurra.

Ad inizio ripresa subito occasionissima per Curiale che scatta in contropiede, ma, contrastato vigorosamente da un avversario, calcia alto appena entrato in area di rigore.

Passano 5 minuti ed il Rende sfiora il pareggio con una bella girata di testa del centravanti Vivacqua, ma Pisseri blocca facilmente. Ancora più vicino alla segnatura è l’esterno Zivkov che vede Pisseri un po’ fuori dai pali e prova a beffarlo con un pallonetto da 30 metri, ma la palla si stampa sulla traversa.

Da quel momento in poi la gara diventa abbastanza noiosa anche per via dei cambi che vedono l’ingresso di Bucolo per Carriero e Barisic per Di Piazza e la manovra rossazzurra ne risente perché i neoentrati non garantiscono lo stesso dinamismo dei sostituti.

Al 70esimo, però, Curiale ruba palla al difensore e si invola tutto solo verso la porta avversaria. Il numero 11 rossazzurro prova a piazzare il tiro con il portiere in uscita, ma il pallone finisce incredibilmente a lato. Altra occasione fallita per il capocannoniere dello scorso anno, a dimostrazione che questa non è certamente la sua annata.

Il Rende prende coraggio e prova a schiacciare il Catania nella propria metà campo con i rossazzurri che non riescono a ripartire. Negli ultimi dieci minuti la sofferenza aumenta e Sottil fa entrare anche Esposito per rinforzare il pacchetto arretrato. Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine della gara decretando la vittoria del Catania.

Tre punti sofferti quelli conquistati dagli uomini di Sottil che, soprattutto nel secondo tempo, non sono stati in grado di fare gioco e hanno patito il forcing del Rende. Gravi gli errori sotto porta di Curiale, giocatore che va recuperato dal punto di vista mentale. In ogni caso la vittoria consente di rispondere alle vittorie pomeridiane di JuveStabia, Trapani e Catanzaro e di continuare un cammino che solo a maggio dirà che campionato avrà fatto il Catania.

In alto