- La Gazzetta Catanese - http://www.lagazzettacatanese.it -

Catania-Rieti 1-1: si chiude un campionato senza lode

Ancora una delusione, ancora una vittoria mancata, ancora una partita conclusa tra i fischi del pubblico. Nell’ultima gara della stagione regolare il Catania impatta in casa per 1-1 contro il Rieti.

Sceso in campo con la speranza di fare un risultato migliore del Catanzaro per agguantare il terzo posto, posizione utile per saltare un turno nei playoff, Novellino riproponeva Curiale al centro dell’attacco e Llama interno di centrocampo per una formazione esperta e con tanti uomini in cerca di riscatto.

Dopo 15 minuti di totale noia, le uniche emozioni giungevano da Catanzaro con il vantaggio del Trapani per 3-1, il Catania si faceva vedere in attacco prima con una girata di Curiale che veniva deviata dal portiere avversario e poco dopo il difensore del Rieti Delli Carri bloccava con la mano un tiro dalla distanza di Llama.

Per l’arbitro era calcio di rigore che Lodi, come sempre, trasformava in rete. Vantaggio etneo che, insieme alle notizie che arrivavano da Catanzaro accendevano un po’ d’entusiasmo tra i pochi sostenitori presenti al Massimino.

Intorno alla mezz’ora, però, il Rieti si presentava in area di rigore catanese e per l’arbitro Pisseri fermava in maniera vigorosa una discesa in area del terzino De Vito. Calcio di rigore che l’attaccante Cernigoi trasformava in maniera impeccabile.

Il Catania subiva il colpo e nel frattempo il Catanzaro ribaltava il risultato chiudendo il primo tempo per 4 reti a 3 contro il Trapani.

Nella ripresa i rossazzurri non riuscivano a creare gioco e la girandola di sostituzioni, se possibile, creava ancora maggior confusione tattica ed il Rieti ne approfittava per sfiorare il raddoppio in un paio d’occassioni.

Sul versante etneo si segnalavano solo un colpo di testa di Di Piazza, finito fuori da ottima posizione, e la solita punizione di Lodi deviata dal portiere avversario.

Dopo 3 minuti di recupero l’arbitro decretava la fine del campionato per Catania e Rieti e i tifosi rossazzurri facevano partire bordate fischi e cori contro la dirigenza per un piazzamento in classifica ben lontano dall’obiettivo di inizio stagione ed un rendimento peggiore dello scorso anno (65 punti contro i 70 conquistati sotto la gestione Lucarelli).

Adesso saranno solo 10 i giorni di pausa prima dell’inizio dei playoff previsti per mercoledì 15 con un avversario ancora da conoscere tra le vincitrici degli accoppiamenti del girone C.

Non sappiamo cosa aspettarci da questa squadra dato l’andamento degli ultimi risultati e, pertanto, diciamo proprio che “chi vivrà vedrà… “