Politica

Catania. Ripulita dalle vasche di eternit via Antonio D’Agata

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Ancora il problema dell’abbandono incontrollato dei rifiuti in evidenza. Ancora una volta San Giovanni Galermo in primo piano. Nel quartiere delle discariche abusive, stavolta parliamo di un episodio risolto positivamente per la salute dei cittadini. I soliti criminali, infatti, avevano abbandonato alcune vasche di eternit in avanzato stato di sfaldamento in via Antonio D’Agata. In pericolo era quindi l’incolumità di tantissimi abitanti. Il sottoscritto Giuseppe Zingale, vice presidente della municipalità di “Cibali-Trappeto-Nord-San Giovanni Galermo”, insieme al presidente Emanuele Giacalone e al consigliere Santo Arena ha immediatamente segnalato la questione agli uffici comunali. Operai e mezzi meccanici sono intervenuti per smaltire questo tipo di materiale pericoloso nei modi previsti dalla legge. Un’operazione resa possibile grazie all’interessamento dell’assessore all’Ecologia Rosario D’Agata. Rappresentante dell’amministrazione centrale che, come noi, lancia l’appello ai cittadini verso una partecipazione più attiva del territorio. Questo vuol dire che chiunque noti criminali, vandali o semplici incivili nell’atto di compiere un’azione che possa danneggiare il quartiere deve prontamente denunciare tutto alle istituzioni competenti. Solo così la nostra municipalità potrà portare avanti quel piano di vivibilità e sicurezza che rappresenta il nostro obiettivo principale sin dal momento in cui ci siamo insediati in consiglio circoscrizionale. Portata a termine l’operazione di bonifica adesso la nostra attenzione si rivolgerà alle zone di via Barriera e via Villa Flaminia. Due strade trasformate in un immenso bacino collettore in cui confluisce la spazzatura proveniente dai paesi pedemontani.

Giuseppe Zingale
Vice presidente “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”

In alto