Archivio

Catania. Secondo incendio in tre giorni in accampamenti di senzatetto, viale Africa paralizzato

Catania. Un grosso incendio si è sviluppato questa mattina nell’ex raffineria di zolfo di viale Africa, adiacente all’ex Palazzo delle Poste e di proprietà del comune di Catania, sede di accampamento di decine di stranieri. Una enorme colonna di fumo nero si è alzata in cielo, a causa dei rifiuti e dei pochi oggetti di proprietà dei disperati che ci vivono che hanno preso fuoco, con i Vigili del fuoco che hanno dovuto fare i conti anche con il forte vento che ha fatto estendere le fiamme in tutti gli 8000 mq dello stabile, in alcune stanze del Palazzo delle Poste e nelle sterpaglie della ferrovia, presenti sul retro della struttura in questione. Sul posto sono intervenute la partenza del distaccamento Sud, due autobotti, 2 autoscale, una autobotte da 25.000 lt e la partenza boschiva, mezzi ancora in azione per lo spegnimento degli ultimi focolai rimasti. Fortunatamente nessuna persona è rimasta ferita e tutti gli occupanti sono riusciti a lasciare lo stabile senza conseguenze gravi.  Per motivi di sicurezza una corsia del viale Africa è stata chiusa al traffico, causando notevoli disagi e rallentamenti nella mobilità cittadina.

Non sono ancora chiare le cause dell’incendio, ma è curioso notare che si tratta del secondo caso in tre giorni: sabato sera, infatti, un incendio si era verificato in un campo rom nel quartiere Zia Lisa, lasciando anche in questo caso decine di persone.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto