News

Catania. Sosta notturna in centro, si abbassa la tariffa

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

La prima iniziativa che propone la nuova dirigenza di Sostare è una drastica riduzione del costo della sosta notturna nel centro storico”. Così il sindaco di Catania Enzo Bianco ha annunciato l’importante novità nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina alla quale hanno partecipato il presidente della Sostare Luca Blasi, il comandante del Corpo dei Vigili Urbani Pietro Belfiore, il Capo di Gabinetto del Sindaco Beppe Spampinato, i consiglieri comunali Carmelo Coppolino e Agatino Lanzafame. La sosta notturna inizierà domani, venerdì 7 ottobre 2016, e sarà una misura definitiva valida per tutte le sere festive o feriali che siano.
“Con questa decisione – ha continuato Bianco – vogliamo lanciare due precisi segnali: uno, i ragazzi devono essere liberi di parcheggiare la macchina di notte nel centro storico con una tariffa vantaggiosa che sarà di 1 euro dalle 21 alle 2; due, combattere la piaga insopportabile dei parcheggiatori abusivi. Una piaga che va combattuta con tutti i mezzi. Come Presidente del Consiglio Nazionale dell’Anci ho chiesto sanzioni più efficaci rispetto alle attuali che si limitano a quelle pecuniarie. Oltre a ciò sono state messe in atto politiche di risparmio da parte dell’aziende”.
Il sindaco Bianco ha anche ricordato che, nonostante il recente aumento della tariffa oraria da 75 a 87 centesimi, la Catania resta la città meno cara d’Italia, in molti casi anche sensibilmente. A Palermo la tariffa è di un euro. A Roma il prezzo fuori la zona a traffico limitato è di un euro; venti centesimi in più per quella interna. A Milano si va da 80 centesimi a un euro e 20 anche nei giorni festivi. A Torino, nella zona centrale, il costo è di due euro e 50.
La proposta relativa alla nuova tariffa notturna era stata lanciata, durante l’approvazione del contratto di servizio di Sostare, dai consiglieri Lanzafame e Coppolino come primi firmatari.
“Con la nuova tariffa – ha precisato il presidente Blasi – non solo favoriamo i giovani con questa nuova tariffa e allo stesso tempo scoraggiamo i posteggiatori abusivi. La nuova tariffa parte domani sera che è l’inizio del primo vero fine settimana di attività dopo la fine della vacanze”.
La precedente tariffa era di 50 centesimi l’ora ed era in vigore dalle 21 alle 3 e quindi il costo totale di una sosta notturna ammontava infine a 3 euro. Con le nuove tariffe sarà invece di solo 1 euro con un orario di sosta che parte dalle 21 e arriva alle 2. Si tratta di una misura definitiva valida per tutte le sere festive o feriali che siano.
Vie e piazze interessate sono: piazza Manganelli, via Sangiuliano (da via VI aprile e via Manzoni), piazza Gandolfo, via Terranova, via Paternò, via San Michele, Via Manzoni, via Gambini (da via Puccini a piazza Stesicoro compreso lo slargo), piazza della Repubblica, corso Sicilia (da piazza Stesicoro a piazza della Repubblica), slargo Banco di Roma, via Luigi Rizzo (da via Di Prima a corso Sicilia), via Di Prima, piazza Turi Ferro, via Santa Maria di Betleem, via Puccini (da via Sturzo a corso Sicilia), via Ventimiglia (da corso dei Martiri a via Sangiuliano), via Sturzo (da via Puccini a via Fischetti), via Fischetti (da via De Curtis a corso dei Martiri), via De Curtsi, via Sada (da via Di Prima a via Sturzo), largo Paisiello, via Beato Bernafdo, via Cimarosa, via Santa Maria la Grande (da via Cimarosa a piazza San Domenico), piazza San Domenico, via S. Euplio (da piazza della Borsa a viale Regina Margherita), via Dusmet, piazza Duca di Genova, via Museo Biascri, via Vittorio Emanuele II (da piazza dei Martiri a via S. Agata), piazza Pietro Lupo, piazza Majorana, via Cappuccini, via Coppola (da via Sangiuliano a piazza Turi Ferro ex Spirito Santo).
Gli stalli previsti sono 1209.
“Per quanto riguarda il contenimento delle spese – ha spiegato Blasi – abbiamo provveduto ad un nuovo sistema del recupero delle penali che, con un appalto esterno, prima costava 170 mila euro l’anno, ridotto adesso a 6 mila euro, con un risparmio netto di grazie all’internalizzazione del servizio con utilizzo personale interno e la creazione di un Ufficio Contenzioso. L’azione dell’azienda non deve essere vista come una mera tassazione ma come un servizio nei confronti della città”.
Nel dettaglio i costi di recupero delle penali, a fronte dei 6 mila euro attuali, sono stati nel 2014 172.379,47euro, nel 2015 162.053,75 e nei primi sei mesi 76.133,68.

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto