Sport

Catania: torna il derby con il Palermo, mentre Tacopina riflette e analizza

Nonostante l’interesse generale sia rivolto ad argomenti ben più importanti, è appena iniziato un mese calcisticamente impegnativo per il Catania che lunedì prossimo affronterà il Palermo in quello che è il vero Derby di Sicilia.

Sfida che manca dal 2013 (allora si disputò in Serie A e terminò 1-1 con reti di Barrientos per il Catania e di Ilicic per il Palermo) e che in questi 7 anni ha visto cambiamenti da un lato (in casa rosanero) e attaccamento alla storia dall’altro (in casa rossazzurra) ma con il desiderio di potersi sfidare nuovamente su un terreno di gioco per una delle gare più belle ed emozionanti dell’intero panorama calcistico italiano

Si arriva a questa partita con tanti dubbi e tante perplessità: il Palermo è fermo da tre settimane a causa di diversi casi di positività che gli hanno impedito di giocare, ma mercoledì affronterà il Catanzaro per il recupero di una delle partite non disputate.  Il Catania, fermo domenica scorsa sempre per motivi legati al “maledetto” virus, ha voglia di tornare in campo per riscattarsi dopo le due sconfitte consecutive maturate contro Bari e Ternana. La sosta forzata ha permesso a Raffaele di recuperare alcuni acciaccati tra cui Tonucci e Pinto e, dopo l’esito dell’ultimo tampone, anche il brasiliano Reginaldo tornerà a disposizione. In casa Palermo, invece, Boscaglia fa la conta per capire quanti e quali giocatori sono davvero disponibili.

In città, anche per via di alcuni messaggi pubblicati da qualche giocatore rossazzurro, l’atmosfera comincia a riscaldarsi anche se per i motivi che tutti conosciamo si tratterà di uno spettacolo che entrambe le tifoserie dovranno vedere davanti ad uno schermo.

Tifosi rossazzurri che, tra le altre cose, aspettano notizie anche in merito al passaggio di proprietà a Joe Tacopina. Al momento, tutto tace nel senso che non ci sono dichiarazioni ufficiali, ma il lavoro di legali e consulenti continua incessantemente e si può dire che non ci sono ritardi sulla tabella di marcia. Ovvio, però, che le parole di Tacopina sulla grave situazione debitoria del Catania fanno capire che in casa SIGI qualcosa dal punto di visto economico non è stata gestita nel modo migliore. Entro fine novembre avremo tutto più chiaro, per adesso testa al derby!

foto: calciocatania.it
In alto