Sport

Catania – Virtus Francavilla 1-0: un rigore di Dall’Oglio regala tre punti importanti

Allo stadio Massimino di Catania va in scena la partita tra i rossazzurri allenati da Giuseppe Raffaele e la Virtus Francavilla, gara valevole per la ventiquattresima giornata del campionato di Serie C.

Il Catania torna in campo dopo 10 giorni (ultima gara disputata mercoledì 3 Febbraio contro la JuveStabia) per via del turno di riposo di domenica e l’ulteriore rinvio della gara prevista lo scorso mercoledì contro la Paganese, così il gruppo rossazzurro è rimasto fermo in attesa di affrontare l’autentico tour de force dei prossimi 25 giorni in cui il Catania scenderà in campo 7 volte.

Per la gara contro i pugliesi, Raffaele cambia modulo schierando un inedito 3-4-1-2 con Confente tra i pali, trio di difesa composto da Sales, Giosa e Silvestri, centrocampo con Welbeck e Rosaia centrali e Calapai e Zanchi sulle fasce. La vera novità riguarda l’inserimento da titolare di Francesco Golfo, schierato nel ruolo di trequartista alle spalle delle due punte Reginaldo e Di Piazza. La Virtus Francavilla risponde con il classico 3-5-2 tanto caro a Mister Trocini che si affida in attacco al duo Vazquez e Ciccone con esterno di sinistra l’ex Leonardo Nunzella, rossazzurro nel primo anno di Serie C ed attuale capitano della formazione biancazzurra.

Con le squadre in campo schierate per il minuto di raccoglimento in memoria di Grazia Codiglione, presidente del Catania e moglie di Angelo Massimino, ci si accorge della defezione dell’ultimo minuto di Luca Calapai, piccolo problema accusato durante il riscaldamento, che viene sostituito da Alessandro Albertini. Nei primi minuti di gioco il Catania prova subito a spingere conquistando due calci d’angolo nei primi cinque minuti ma senza rendersi pericoloso dalle parti del portiere Costa. I rossazzurri provano a fare gioco ma la manovra non è molto fluida anche se Golfo prova a dare vivacità nella zona offensiva senza però riuscire a ricucire per gli inserimenti di Di Piazza o Reginaldo. Al 18esimo sugli sviluppi di un calcio d’angolo Silvestri prova a colpire di testa ma il tiro è debole e finisce facile tra le braccia del portiere. Un minuto dopo ci prova Welbeck dalla distanza che impegna l’estremo difensore alla respinta centrale. Al 21esimo mischia in area della Virtus sugli sviluppi di un corner e per poco la palla non termina in rete a seguito di una deviazione fortuita di un difensore della squadra ospite. I rossazzurri spingono parecchio in questa fase della partita, eseguendo anche un pressing molto alto che costringe spesso la retroguardia del Francavilla al rilancio lungo. Al 38esimo buona azione offensiva del Catania con Zanchi che mette un buon pallone al centro dall’out sinistro con la palla che arriva a Di Piazza, a seguito di un liscio del centrale della Virtus, ma il numero 33 rossazzurro non riesce a controllare bene. Un minuto dopo è lo stesso Zanchi a rendersi protagonista della più grande occasione da rete rossazzurra a seguito di un inserimento in area che lo porta alla conclusione a rete di sinistro che il portiere ospite riesce a deviare in angolo. Al 45esimo pericolosa la Virtus Francavilla con un bel inserimento di Castorani che entrato in area di rigore mette in al centro un pallone interessante che non trova nessuna deviazione e Albertini può allontanare il pericolo. Dopo due minuti di recupero l’arbitro Cascone di Nocera inferiore manda le squadre negli spogliatoi al termine di un primo tempo in cui il Catania ha provato a spingere nel tentativo di sbloccare la partita senza però riuscire a trovare la giocata giusta per aprire la difesa ospite.

Ad inizio di ripresa il Catania parte forte e dopo due minuti una bella azione sulla destra di Reginaldo porta al cross del numero 10 con il centrocampista Franco che si avvita e trova la deviazione che si stampa sul palo sfiorando il più clamoroso degli autogoal. Un minuto dopo sugli sviluppi di un calcio di punizione calciato male da Reginaldo la palla giunge a Welbeck che mette al centro trovando un tentativo di rovesciata da parte di Di Piazza che manda il pallone altro sopra la traversa. Al 54esimo primo cambio per Raffaele che rimanda in campo Giovanni Pinto, dopo diverse settimane di stop a seguito di un infortunio, che prende il posto di Andrea Zanchi per un cambio che non muta lo schieramento in cambio dei rossazzurri. Tre minuti dopo sono Maldonado e Dall’Oglio a fare il loro ingresso in campo andando a prendere il posto di Rosaia e Reginaldo ed in questo caso lo schema di gioco subisce una variazione passando al 3-5-2 con Golfo che viene portato più avanti in appoggio all’unica vera punta di ruolo Di Piazza. Nei minuti successivi la partita si incattivisce un po’ con Pinto e Dall’Oglio che ricevono entrambi un cartellino giallo per fallo da gioco mentre in panchina sia Raffaele sia Trocini vengono richiamati dall’arbitro per reciproche accuse. Al 72esimo bella azione del Catania con Pinto che vede l’inserimento in area di Golfo con quest’ultimo che stoppa a volo e mette al centro un pallone pericoloso che la difesa del Francavilla devia in angolo. Poco dopo è Manuel Sarao a fare il suo ingresso in campo prendendo il posto di Matteo Di Piazza, apparso abbastanza evanescente.

Due minuti dopo calcio di rigore per il Catania: rilancio lungo di Confente con Dall’Oglio che spizza per Golfo che al momento di controllare il pallone viene atterrato da un difensore della squadra ospite. Sul dischetto si presenta Jacopo Dall’Oglio che di destro spiazza il portiere Costa e porta in vantaggio la formazione rossazzurra. Terza rete consecutiva tra le mura amiche per il centrocampista ex Brescia che sta rivelandosi sempre più uomo in più in questo girone di ritorno.

La Virtus Francavilla reagisce immediatamente con un inserimento in area di Maiorino che impegna Confente alla deviazione in angolo da posizione ravvicinata. Nei minuti successivi gli ospiti provano a stazionare nella metà campo del Catania senza però creare pericoli dalle parti di Confente. Al 94esimo, al termine dei quattro minuti di recupero, l’arbitro decreta la fine della partita che grazie al rigore trasformato da Dall’Oglio permette al Catania di conquistare tre punti importanti per continuare la propria scalata in classifica.

Vittoria importante quella conquistata dai rossazzurri quest’oggi, ottenuta al termine di una gara non particolarmente brillante in cui i rossazzurri hanno faticato parecchio per riuscire a scardinare la difesa ospite. Il goal arrivato su calcio piazzato dimostra che la manovra non è stata così fluida come quando in campo ci sono elementi come Piccolo o Russotto, ma l’impegno e la tenacia con cui i rossazzurri hanno affrontato la gara sono stati premiati con una vittoria che proietta gli etnei nella posizione più nobili della classifica in attesa di affrontare nelle prossime gare nei prossimi 7 giorni Ternana e Bari. Da segnalare la buona prestazione di tutto il reparto difensivo, con una menzione particolare per Giosa sempre più leader della difesa, e buona anche la prestazione di Dall’Oglio che, oltre al goal, ha dato maggiore peso e vivacità alla manovra rossazzurra. Un plauso anche a Raffaele che, come nelle passate settimane, è stato bravo a leggere la partita ed effettuare i cambi giusti per provare a vincere la partita. Continuando così il tecnico nativo di Barcellona Pozzo di Gotto può davvero giungere a qualcosa di importante al termine della stagione. Avanti così.

 

 

In alto