Sport

Catanzaro-Catania 2-0: due episodi rompono l’equilibro e puniscono i rossazzurri

Allo stadio “Nicola Ceravolo” di Catanzaro scendono in campo per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie C il Catanzaro allenato dal tecnico Calabro ed il Catania guidato da mister Baldini.

Dopo la serie di 4 vittorie ottenute dal Catania, la sfida tra i rossazzurri ed i giallorossi è un vero spareggio per aggiudicarsi la quarta posizione in classifica, con il Catanzaro attualmente davanti di Soli tre punti, ma con una partita da recuperare (quella di domenica contro la Juve Stabia rinviata per diversi casi di positività al COVID19 riscontrate nel gruppo squadra del Catanzaro). I calabresi hanno recuperato in extremis alcuni calciatori che erano indisponibili, mentre tra le fila del Catania manca lo squalificato Welbeck.

Alla lettura delle formazioni ufficiali, però, si notano alcuni cambiamenti nella scacchiere iniziale del Catania con Baldini che cambia la coppia di centrali affidandosi ai recuperati Tonucci e Silvestri che prendono il posto di Claiton e Giosa, finora titolari inamovibili nelle formazioni schierate dal mister toscano. A centrocampo viene rispolverato Rosaia mentre in avanti Reginaldo viene schierato nel tridente insieme a Russotto e Di Piazza.

La partita viaggia su un equilibrio intenso, soprattutto nel primo tempo, con entrambe le squadre che fanno girare bene la palla senza trovare, però, il colpo letale. Nel Catania buoni gli spunti di Reginaldo in avanti, ma l’evanescenza in fase offensiva di Di Piazza non permette ai rossazzurri di creare pericoli dalle parti di Di Gennaro, mentre il Catanzaro si fa vedere con un buon fraseggio con Carlini e Di Massimo che mostrano un’intensa vivacità in avanti. Così, dopo un primo tempo avaro di occasioni da rete, ma gradevole dal punto di vista del gioco, nella ripresa si assiste ad una gara più pericolosa in termini di occasioni con il Catania che prova ad alzare il baricentro cercando la spinta sulle fasce sia con Calapai che con Pinto.

L’equilibrio si rompe al 75esimo quando un lancio dalle retrovie di Martinelli trova Di Massimo su limite dell’area di rigore che controlla e resistendo ad un contrasto di Calapai ed entra in area calciando di sinistro battendo Martinez per il vantaggio dei padroni di casa. Il Catania accusa il colpo e pur provando a reagire, non riesce a creare pericoli alla porta di Di Gennaro. E così, all’86esimo, il Catanzaro raddoppia con Baldassin che dopo aver preso palla in area su assist di Evacuo, salta Silvestri e di destro batte Martinez sul primo palo portando il punteggio sul 2-0. È la parola fine sulla gara con i calabresi che festeggiano una vittoria che consolida di fatto il quarto posto in classifica.

Per il Catania di Baldini un brutto stop che interrompe la serie di quattro vittorie consecutive e ridimensiona le ambizioni di poter affrontare i playoff con una posizione di partenza più vantaggioso. La prestazione non è stata in linea con le precedenti gare perché i rossazzurri non sono mai stati pericolosi in zona offensiva anche se in termini di personalità non sono stati inferiori ai padroni di casa. Adesso bisogna leccarsi le ferite ed affrontare al meglio le ultime due della region season per affrontare al meglio i playoff promozione.

In alto