Sport

Cavese-Catania 2-2: ancora una volta minuti finali fatali per Novellino

Pur avanti di 2 reti il Catania non va oltre il pareggio sul campo della Cavese al termine di una gara giocata a sprazzi dalla formazione rossazzurra.

Nonostante le dichiarazioni pre gara ricche di complimenti nei confronti di Marotta, Novellino sceglie Di Piazza come punta centrale sostenuto ai lati da Sarno (ancora titolare dopo i 90 minuti contro la Leonzio) e Llama, con quest’ultimo riportato nel tridente offensivo dopo la buona gara disputata 8 giorni fa da interno di centrocampo.

L’avvio di gara vede la Cavese a gestire il gioco con un discreto possesso palla, ma il Catania si difende bene grazie anche alla presenza di Esposito, sempre più leader della difesa.

Alla prima occasione da rete il Catania passa in vantaggio: discesa sulla destra di Calapai che mette al centro uno splendido cross sul quale si avventa Bucolo che con un preciso tiro al volo di sinistro batte il portiere avversario. Primo goal stagionale per il numero 21 rossazzurro che certifica un ottimo stato di forma per il centrocampista cresciuto nella “cantera” etnea.

Subito il goal la Cavese si riversa nella metà campo rossazzurra per tentare il pareggio ma, nonostante il maggior possesso palla, i campani non riescono a creare particolari problemi alla difesa rossazzurra ad eccezione di un bel tiro dalla distanza di Favasuli ben respinto da Pisseri. Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi al termine di un primo tempo vivace e ben giocato da entrambe le squadre.

Ad inizio ripresa entra subito Marotta per Llama, apparso ormai non più in grado di giocare nel tridente d’attacco, e dopo pochi minuti proprio il numero 9 rossazzurro fa da torre per Sarno che si invola tutto solo verso la porta avversaria e con un preciso sinistro batte il portiere di casa.

Doppio vantaggio e Catania che con oltre 40 minuti di partita ancora da giocare esce dal campo e abbassa notevolmente il proprio baricentro.

Così la Cavese prende campo e si affaccia con maggiore pericolosità dalle parti di Pisseri e dopo diverse opportunità i padroni di casa trovano la rete con il colpo di testa di Magrassi che svetta di testa su un cross dalla destra portando il risultato sull’1-2.

A 20 minuti dalla fine i padroni di casa prendono ancora più fiducia ed il Catania si abbassa maggiormente anche in virtù del cambio effettuato da Novellino che inserisce Rizzo per Di Piazza dopo aver già tolto Lodi per Carriero e Cavese che schiaccia gli ospiti nella propria metà campo.

Al 92esimo, così, nell’ennesima occasione offensiva dei padroni di casa Biagianti interviene in maniera scomposta su Nunziante e per l’arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto il neo entrato De Rosa batte Pisseri fissando il punteggio sul 2-2.

Ancora un’occasione sprecata per il Catania che pur in vantaggio di due reti non è riuscito a portare a casa i tre punti che sarebbero stati importantissimi data la contemporanea sconfitta del Catanzaro a Siracusa.

Invece si torna a casa con rimpianti e delusioni e con la consapevolezza che quanto visto nelle ultime partite non può essere ciò che serve in ottica playoff.

Purtroppo il tempo per cercare nuove soluzioni non c’è più e, quindi, fare ipotesi o considerazioni su ciò che saranno gli spareggi promozioni comincia ad essere un vero mistero…

In alto