Archivio

Cisl: “Per superare la crisi servono riforme, dalle regioni ai comuni”

Logo_Cisl

Rosaria Rotolo, segretaria generale della Cisl etnea, Cisl di Catania nella sua relazione d’apertura dell’esecutivo provinciale a cui era presente anche Mimmo Milazzo, il segretario generale della Cisl siciliana, ha dichiarato come nella città di Catania non si sia possibile superare la crisi per via di assenza di riforme della Regione, dalle ex Province ai rifiuti, dai trasporti e della Formazione.

La soluzione suggerita dalla Cisl catanese e siciliana per favorire lo sviluppo, consiste in un azione sinergica tra sindacato, imprese e sindaci del locali.

Milazzo e Rotolo hanno dichiarato: “La Regione si svegli dal lungo letargo, il ritardo delle cosiddette riforme in Sicilia sta producendo un grave danno per l’economia e sta frenando l’uscita dalla crisi. Non si può parlare di riforme quando non esiste nessun atto giuridico o amministrativo che giustifichi il termine. In tal senso, governo regionale e Ars si stanno rivelando i veri nemici dello sviluppo e del lavoro produttivo per i siciliani”.

La mancata riforma della cosiddetta AREA VASTA e il continuo ricorso al commissariamento della Provincia regionale in soli due anni, dal 2012 al 2014, ha prodotto per Catania milioni in meno di impegno in investimenti per manutenzioni stradali, scuole superiori e strutture turistiche; uno stato di allarme e di incertezza nei dipendenti dell’ente e in quelli delle partecipate. Sono fermi i lavori di manutenzione per scuole e strade, e altri servizi ai cittadini. Un blocco che incide anche nella riorganizzazione della gestione di altri servizi essenziali come acqua e rifiuti”.

La Cisl ha denunciato l’assenza di Piano Energetico Regionale, l’emergenza-rifiuti, i ritardi nel settore della Formazione, i contrattempi nel settore della Sanità ed i disagi nel settore dei Trasporti. In merito a quest’ultimo punto la Rotolo ha dichiarato: “Quanto sta succedendo nei Trasporti sa di disastro annunciato e rivela quanto gravi siano stati i mancati investimenti dei fondi europei per infrastrutture e sistemi viari. Il danno prodotto dal crollo del pilone nella Palermo-Catania ha messo a nudo la fragilità del territorio e del sistema viario siciliano provocando una danno incommensurabile a persone e imprese. Purtroppo, anche qui le soluzioni ipotizzate sembrano allontanarsi nel tempo”.

In vista del prossimo bilancio di previsione previsto dall’amministrazione comunale la Rotolo ha dichiarato: “Apprezziamo lo spirito dell’iniziativa del Comune ma diventa fondamentale poter avere l’incontro in presenza del sindaco Bianco, perché nonostante il suo encomiabile impegno nella risoluzione di alcune emergenze di crisi aziendali importanti, qui non è ancora stato avviato, nonostante le innumerevoli richieste un vero confronto volto a traguardare una grande città, come Catania, oltre lo stallo della crisi. Ci sono i destini di lavoratori e lavoratrici che attendono di essere ricollocati, giovani ai quali offrire opportunità e pensionati ai quali offrire servizi efficienti e di qualità”

“Chiediamo insistentemente all’amministrazione comunale di mettere in campo un nuovo modello di partecipazione e condivisione delle difficoltà e delle azioni da intraprendere; un modello che coinvolga le forze sociali e produttive del territorio e i suoi livelli istituzionali. Traguardare Catania oltre la crisi passa necessariamente attraverso la condivisione tra il governo e il “parlamento” della città”.

Cettina La Fata

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

 

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto