Archivio

Contamination Lab dell’Università di Catania: iniziativa da 30 e lode di impegno-divertimento

Contamination_lab_evento_finale

Ieri pomeriggio i locali dell’aula magna del palazzo centrale dell’Università di Catania hanno ospitato la cerimonia conclusiva della  prima edizione del Contamination Lab.

Il laboratorio gratuito è finanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e ha lo scopo, tramite l’integrazione di conoscenze diverse e il protagonismo dei giovani universitari, di arrivare ad un nuovo approccio didattico informale; il contesto nel quale si sviluppa è quello della creatività, formazione e  lavoro di gruppo innestato sulla interdisciplinarietà e innovazione.

Al termine dei sei mesi i trenta studenti/dottorandi, sostenuti dall’ateneo tutto  e in particolar modo dal referente  Vincenzo Catania, dai  responsabili delle attività formative Daniela  Giordano e Marco Galvagno  e dai key players del territorio (St Microelectronics, Telecom, StartUPCity, Confindustria giovani, the Hub Sicilia) hanno presentato  sei progetti d’ azienda  incentrati sulla sostenibilità e innovazione.

LIO Smartourism  (team: Luca Costanzo, Gabriella Gangemi, Federico La Paglia, Nunzia Procaccianti, Daniela Vanella) sarà utile al visitatore che vuol scoprire la città ottenendo info culturali, ricreative, gastronomiche, alloggi e trasporti;

ATHOM Automatic Tester for homework, (team: Federica Abramo, Laura Midolo, Marco Perricone, Emanuele Rapisarda e Marisa Tummino) è un servizio per docenti e alunni di scuola media/superiore per rinnovare la metodologia dei compiti a casa utilizzando i principi della gamification;

IDEA (team: Carla Ossino, Antonio Intilisano, Domenica Tomarchio, Francesco Bonanno) si basa sull’utilizzo delle tecnologie della realtà aumentata per la progettazione e vendita dell’arredamento di interni con la visualizzazione di un’anteprima delle potenziali soluzioni per la propria casa;

RI.NEW (team: Roberto Fiorenza, Rosario Franzone, Marco Gulino, Dario Lazzaro, Anna Maria Parisi,  Veronica Roccaforte), mira alla lavorazione/trasformazione del sottoprodotto del carciofo e di altri prodotti agricoli, ricercando tecniche di estrazione per la produzione di nutraceutici e di materiali innovativi da usare in altri ambiti (ad. es. edilizia);

CHOOSERS (team: Gino Conversano, Nicoletta Mazzullo, Flavia Sapienza, Antonio Cucci), è un camerino virtuale che permette per mezzo della creazione di un avatar del proprio corpo, di indossare modelli 3D di capi d’abbigliamento perfettamente aderenti alle sue forme;

GLUSCALE  (team: Fabio Mazzaglia, Federica Trovato, Chiara Vacirca, Mariafiorenza Pulicetta) si rivolge a diabetici, sportivi professionisti, persone che tengono al loro benessere attraverso il controllo della loro alimentazione. Per mezzo di una  bilancia elettronica portatile e ricaricabile connessa, mediante tecnologia BlueTootth e wi-fi, ad uno Smartphone o smart –tv a cui viene installata una App “Glupp” per trasferire al dispositivo mobile i valori nutritivi dell’alimento pesato.

Oggi l’Università dona a Catania e ai siciliani che qui vengono a studiare  una prospettiva di rinascimento  che potrà illuminare il futuro del nostro territorio.

Pietro Benina

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto