Cronaca

Continuano i controlli sulle S.S. 121 e S.S. 284. A breve autovelox e rilevatori di velocità

CATANIA – Su iniziativa del Prefetto di Catania, Claudio Sammartino, si è riunito ieri il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per gli aggiornamenti sugli interventi previsti per migliorare la sicurezza ed i controlli sulle statali n. 121 (tratto Misterbianco – Paternò) e n. 284.

All’incontro hanno partecipato l’Assessore regionale delle infrastrutture e della mobilità, il Questore, il Dirigente del Compartimento Polizia Stradale Sicilia Orientale accompagnato dal Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Catania, i Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, il Responsabile Struttura Territoriale ANAS Sicilia, il Comandante della Polizia Metropolitana, la Commissione Straordinaria del Comune di Misterbianco, i Sindaci dei Comuni di Adrano, Belpasso, Biancavilla, Bronte, Maletto, Maniace, Motta S. Anastasia, Paternò e Randazzo, e i Comandanti delle Polizie locali.

L’incontro segue quello già svolto lo scorso mese di novembre, nel quale erano state stabilite le iniziative da mettere in atto per migliorare la sicurezza e i controllo sulle due arterie, al fine di ridurre il numero di incidenti (spesso mortali) che si verificano.

Le suddette iniziative riguardano due aspetti fondamentali: gli interventi infrastrutturali e l’installazione di apparecchi per il rilevamento della velocità sui tratti di strada più ad alto rischio individuati dal Gruppo di lavoro coordinato dal Compartimento della Polizia stradale in collaborazione con l’ANAS.

Pertanto, è stato fatto un punto di situazione sullo stato della progettazione degli interventi infrastrutturali di medio periodo volti ad incrementare i livelli di sicurezza che nella precedente riunione del 29 novembre erano stati approfonditi e messi in campo e che, in linea generale, riguardavano l’impianto di illuminazione e la segnaletica, gli interventi strutturali su rampe e svincoli pericolosi.

Per quanto concerne, invece, lo stato di attuazione inerente l’installazione di apparecchi per il rilevamento della velocità, alcuni Comuni hanno comunicato di essere già nella fase finale esecutiva, mentre altri in via di realizzazione, sempre di concerto con l’ANAS e il Compartimento della Polizia Stradale.

L’assessore regionale, Marco Falcone, ha confermato la propria disponibilità nel mettere a disposizioni dei Comuni, specialmente quelli in difficoltà economica o in dissesto, le risorse finanziarie necessarie per contribuire agli oneri per l’acquisto delle apparecchiature autovelox. 

Il Prefetto, in chiusura, ha fissato per la metà di marzo una nuova riunione per verificare lo sviluppo delle attività previste.

In alto