Archivio

Controllo del territorio: denunciato noto paninaro catanese

Il piano di controllo del territorio, coordinato dalla Polizia di Stato, ha impegnato il 9 luglio le Volanti dell’UPGSP, le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, la Guardia di Finanza e la Polizia Locale.
Nell’ambito di queste operazioni sono stati effettuati controlli in via Palermo altezza via Goito, Corso Indipendenza, Via S. Martelli Castaldi, P.zza Risorgimento e zone limitrofe.
Nello specifico è stato denunciato in stato di libertà, per invasione di terreni o edifici, il noto titolare di un veicolo adibito alla vendita di alimenti e bevande, ubicato in piazza Tricolore; inoltre, sono stati sequestrati 18 tavoli e 77 sedie, che occupavano abusivamente il suolo pubblico, altresì è stato controllato e sanzionato un chiosco sito in piazza Nettuno, per ampliamento abusivo del suolo pubblico.
Inoltre è stato eseguito un servizio finalizzato al contrasto di reati in materia di sostanze stupefacenti, posto in essere nel quartiere, ad alto indice delinquenziale, di Trappeto Nord; nell’occorso sono state operate perquisizioni locali nei confronti di pregiudicati orbitanti in quella zona.
Al termine del servizio sono stati conseguiti i seguenti risultati:
– 116 le persone identificate;
– 132 i veicoli controllati;
– 20 le contestazioni al Codice della Strada;
– 19 i fermi amministrativi per mancanza di casco;
– 5 i veicoli sequestrati;
– 5 le carte di circolazione ritirate;
– 2 le perquisizioni locali ai sensi art. 103 D.P.R. 309/90;
–  2 le perquisizioni personali art. 4 L. 152/75,
– 1 la segnalazione art. 75 D.P.R. nr.309/90;
– 1 la patente di guida ritirata;
– 0,60 i grammi di sostanza stupefacente tipo Cannabis-indica sequestrata;
– 13 i controlli ai soggetti sottoposti Ardom e Sorvegliati Speciali della Polizia di Stato;
– 2 i controlli a esercizi pubblici “Paninari”;
– 4 le persone denunciate in stato di libertà e 2 le persone tratte in arresto.

@MilazzoDario

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto