Archivio

Crollo autostrada: insediato tavolo operativo per merci Sud-Est

In seguito all’ interruzione dell’autostrada A19, si sono svolti due incontri per studiare un tavolo operativo riguardante le merci le Sud-Est che un tempo si imbracavano da Palermo, uno dei quali ha avuto luogo presso la sede dell’Autorità portuale etnea.

 All’incontro erano presenti il sindaco Enzo Bianco, l’assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti Giovanni Pizzo, l’assessore alle Attività produttive del Comune di Catania Angela Mazzola e i rappresentanti delle categorie produttive. La proposta avanzata a tale incontro è stata quella di richiedere delle navi veloci per portare le merci caricate sui camion dalla Sicilia orientale ai porti del nord, fino a Genova.

All’incontro svoltosi presso la sede dell’Autorità Portuale di Catania erano inoltre presenti: l’ assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti Giovanni Pizzo, l’assessore alle Attività produttive del Comune di Catania Angela Mazzola, Franco Virgillito (vicedirettore della Camera di Commercio di Catania), Salvatore Bonura,(Fita-Cna), Angelo Di Martino (Anita- Confindustria Catania), Antonio Barone (Confartigianato trasporti), Domenico Ambra (agenti di commercio e della ConfCommercio di Catania), Giuseppe Bulla (vicepresidente nazionale Transfrigoroute Italia-Assotir) e Salvatore Pirrone, direttore generale del Consorzio autostrade siciliane.

 La proposta sulle navi veloci, è stata ben accolta da tutti i presenti e sopratutto dai rappresentanti degli autotrasportatori, che hanno sottolineato come il costo maggiore per il trasporto potrebbe essere compensato con un incentivo come l’ecobonus. L’assessore Mazzola ha ribadito la necessità di trovare una valida soluzioni da inserire in un documento da presentare anche al governo nazionale. A fine incontro l’assessore Pizzo ha inoltre annunciato il reperimento delle risorse finanziarie per realizzare, nell’arco di tre mesi, della bretella per aggirare il viadotto crollato sull’autostrada A19.

Cettina La Fata

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

 

 

In alto